trekking con lama

TREKKING CON LAMA E ALPACA IN LIECHTENSTEIN

Quando abbiamo scelto il Liechtenstein come meta per un weekend, ci siamo imbattuti in espressioni interrogative e domande del tipo: “Ma perché ci andate? Ci sono solo banche!”. Noi, invece, eravamo determinati a scoprire da soli cosa potesse riservare il piccolo Principato, certi che la bellezza sia sempre negli occhi di chi guarda. Nell’organizzare il viaggio, ho scandagliato il web per scoprire quali attività offrisse, imbattendomi in un’esperienza che ho subito proposto a Enri: la possibilità di fare trekking nei boschi con lama e alpaca!

Entrambi adoriamo gli animali e abbiamo un debole per questi dolcissimi mammiferi lanosi, quindi la prospettiva ci ha conquistati immediatamente. Liechtenstein e alpaca siano, senza indugi!

Ho contattato tramite mail Lama- & Alpakahof, un allevamento di lama e alpaca situato nel paese di Triesenberg, a dieci minuti d’auto dalla capitale Vaduz, in direzione sud. Marc, che gestisce la fattoria insieme ad Anna Lena, mi ha proposto il loro “best seller”, un trekking di due ore tra boschi e sentieri. Costo dell’esperienza 100 CHF a coppia (diventati 30 CHF a testa visto che una coppia con bimbo al seguito si è unita a noi). Abbiamo prenotato via mail, senza dare alcun anticipo, preavvisati che in caso di maltempo il trekking sarebbe stato annullato senza alcun addebito.

trekking lama

La fattoria Lama- & Alpakahof a Triesenberg

Siamo arrivati alla fattoria poco prima dell’ora stabilita, approfittandone per iniziare a prendere confidenza con i lama e gli alpaca che, intenti a pasteggiare con il loro fieno, hanno sollevato lo sguardo verso di noi con curiosità. Alcuni di loro, come il dolce Karl, hanno vinto la timidezza e si sono avvicinati per essere coccolati. Anna Lena ci ha spiegato che i maschi vengono tenuti separati dalle femmine per via della loro “esuberanza”, che li porta a cercare l’accoppiamento con estrema frequenza…

trekking con lama

Lama e alpaca incuriositi dal nostro arrivo

Anna è entrata nel recinto e ha scelto i lama che ci avrebbero accompagnato, mettendo loro una sorta di guinzaglio che viene posto sul muso, ma che non stringe troppo, consentendogli tranquillamente di mangiare lungo il percorso. In qualche modo, però, sono i lama a scegliere noi: Gipsy, un lama marrone più alto di me, si avvicina e si lascia accarezzare; mentre Enri vede che Othello, un lama nero, se ne sta in disparte aspettando che qualcuno si avvicini a lui. In entrambi i casi, è amore a prima vista!

lama alpaca trekking liechtenstein

Io e l’adorabile Gipsy, il lama che mi ha accompagnata nei boschi di Triesenberg

Le raccomandazioni che ci vengono fatte prima di cominciare la passeggiata sono poche: i lama sono animali docili, si lasciano condurre volentieri, ma sono molto golosi e mangerebbero continuamente, quindi se dovessero sostare troppo a lungo a caccia di foglie ed erba dobbiamo tirare appena la corda e capiranno di dovere proseguire. La corda non va tenuta troppo stretta perché si tratta comunque di animali che pesano un centinaio di chili quindi, nel caso remoto in cui decidessero di fare valere il loro peso, basterebbe lasciare semplicemente la presa per evitare rovinose cadute. Infine, la raccomandazione più importante. C’è il rischio che ci sputino? Assolutamente no! I lama si sputano tra loro per stabilire le gerarchie e raramente sputano all’uomo, a meno che non si sentano minacciati. L’unica precauzione, dunque, è non trovarsi sulla traiettoria di un eventuale sputo! Per farlo, procediamo in fila, mantenendo qualche metro di distanza tra un animale e l’altro.

trekking lama liechtenstein

Io e Gipsy, Enri e Othello: dolcissimi lama ci accompagnano nel bosco di Triesenberg

Comincia il trekking: Gipsy è un concentrato di dolcezza: mi segue di sua spontanea volontà, lamentandosi con un buffo versetto solo quando si annoia perché vorrebbe brucare altra erba (e ovviamente lo accontento, come si fa a dirgli di no?). Enri, che chiude la fila dietro di me, è ormai in simbiosi con Othello, credo abbia trovato il suo corrispettivo in versione lama: tranquillo, pacioso e di una golosità vorace! Lo guarda con amore e lo capisco, anche io sono completamente rapita da questi teneri colossi pelosi.

La passeggiata si snoda sulle alture di Triesenberg, passando prima per una strada asfaltata e poi proseguendo nel bosco. Intorno a noi c’è silenzio e Anna ci fa da cicerone raccontandoci qualcosa di più sulla sua attività e sul Liechtenstein. Lei e Marc hanno cominciato allevando un alpaca, poi due e…ben presto la prima è rimasta incinta, se ne sono aggiunti altri e la famiglia è aumentata sino ai 25 animali attuali! Karl, il lama bianco, è molto affezionato ad Anna: non riuscendo a poppare il latte dalla mamma, da piccolo è stato alimentato con il biberon e ha sviluppato una sorta di imprinting con la sua mamma umana adottiva. Distinguere lama e alpaca non è facilissimo per un occhio non abituato; in generale, i lama sono più alti e pesanti, mentre gli alpaca presentano un musino dalla forma più arrotondata. Anche la forma delle orecchie è diversa. Caratterialmente, gli alpaca sono più timidi, mentre i lama tendono ad essere più estroversi.

La lana degli alpaca è la più pregiata per la sua morbidezza e la capacità di non infeltrirsi mai. Inoltre, è anallergica per via della totale assenza di lanolina. Al termine della passeggiata, nello shop della fattoria, è possibile acquistare guanti, cappelli o sciarpe di questo caldo tessuto. Abbiamo inoltre scoperto che lama e alpaca potrebbero essere definiti animali “ecosostenibili“, visto che brucano senza strappare le radici, non rovinando il terreno. Sono anche molto puliti e identificano solo un paio di luoghi per i propri bisogni.

trekking lama liechtenstein

Il dolcissimo musetto di Othello

Come abbiamo avuto modo di osservare durante la passeggiata, mangiano qualsiasi tipo di foglia, anche quelle dei rovi, non si arrampicano e non rovinano i pascoli. E’ il caso di dire che la delicatezza sia una delle loro caratteristiche principali.

Durante l’escursione, Anna ci ha scattato alcune fotografie che sono risultate particolarmente belle: i nostri sorrisi sono spontanei perché si tratta di un’esperienza magica, di totale immersione nella natura, assecondando il ritmo degli animali. Non mi meraviglia che siano utilizzati per la pet therapy: la loro dolcezza, il senso di tranquillità che infondono e la serenità che si prova accarezzando il loro collo morbido sono sensazioni piacevoli e rigeneranti.

trekking con lama

Enri e Othello, io e Gipsy

In poco meno di due ore il percorso ad anello è completato e ci ritroviamo alla fattoria. Ci dispiace lasciare Gipsy e Othello, che però sembrano molto contenti di ritrovare gli altri lama ed alpaca dell’allevamento (oltre ad una gigantesca balla di fieno che li aspetta). Prima di salutare la simpaticissima Anna, acquistiamo del formaggio d’alpeggio nello shop, spaventandoci quando avvistiamo in un frigo delle salsicce di lama! Anna ci tranquillizza, sono d’importazione, non potrebbe mai fare del male ai suoi piccolini, che per lei e Marc sono una vera famiglia. Tiriamo un sospiro di sollievo, stupendoci nel vedere che i nostri compagni di trekking ne acquistano una. Dopo avere camminato fianco a fianco a questi concentrati di tenerezza, com’è possibile “assaggiare” dei loro simili? Scuotendo la testa, torniamo al recinto per le ultime carezze ai nostri nuovi amici. Fortunatamente, il loro destino è diverso: li aspetta un futuro di passeggiate nella natura, scorpacciate di foglioline e carezze a volontà dai loro “genitori umani”, Anna e Marc, e dai visitatori di passaggio come noi. Non dimenticherò mai quanto mi abbiano fatta sorridere e riempita di felicità. Pensando al Liechtenstein ormai non potrò fare a meno di associare l’immagine dei loro musetti e le loro buffe espressioni,  con buona pace di chi mi diceva che avrei visto solo banche! 😉

Potrebbe interessarti anche…

LIECHTENSTEIN, IL PRINCIPATO FIABESCO CHE VALE LA PENA VISITARE

HEIDIDORF, IL PAESE DI HEIDI ESISTE DAVVERO!

21 pensieri su “TREKKING CON LAMA E ALPACA IN LIECHTENSTEIN

  1. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Ricordo che avevi accennato a quest’esperienza nel tuo articolo precedente sul Liechtenstein e mi avevi incuriosita tantissimo. Non ho mai incontrato né lama né alpaca ma quanto sono dolci? Ne adotterei volentieri un paio perché sono sicuramente più coccoloni della mia gatta un po’ schiva 😉
    Nemmeno io avrei il coraggio di mangiare le salsicce di lama dopo averli incontrati!

    Piace a 1 persona

  2. MARTINA BRESSAN ha detto:

    Ma che bellissima esperienza. Dalle foto e dal tuo racconto traspare proprio tutta la dolcezza di questi animali. Io avevo visto un paio di lama, ma erano tutti di taglia più piccola questi sembrano davvero grandi.
    Bellissimo il tuo Gipsy marrone, ma se posso dire avrei scelto anch’io il più solitario Othello di quel colore nere, sembra davvero tenero.

    "Mi piace"

  3. marina lo blundo ha detto:

    Othello è carinissimo! Certo che siete riusciti a fare due esperienze bizzarre in una botta sola: innanzitutto scegliere il Liechtenstein come meta, che non è da tutti, e poi addirittura fare il trekking con i lama, che non sono propriamente animali europei. Certo che anche se non sono europei il clima e l’altitudine più o meno saranno le stesse del Perù in effetti… Bello e divertente!

    Piace a 1 persona

  4. mery_worldwide ha detto:

    Fantasticooo… Durante il mio viaggio in Sud America ho adorato lama ed alpaca e non so cosa darei per rivederne qualcuno! Mi hai veramente incuriosita con questa tua esperienza!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...