villaggio di heidi

HEIDIDORF, IL PAESE DI HEIDI ESISTE DAVVERO!

Il paese di Heidi esiste davvero. La bimba nata nel 1880 dalla penna della scrittrice svizzera Johanna Spyri, con le sue guancette rosse e le caprette che le facevano ciao, abita a Maienfeld, nel Cantone dei Grigioni. La fama di Heidi è tale da averle dedicato un villaggio, Heidorf, proprio nei luoghi che ispirarono l’autrice del romanzo.

Maienfeld è l’ultimo paese che si incontra in Svizzera prima di varcare il confine con il Liechtenstein. Inizialmente non era una tappa che avevamo previsto, ma al termine del nostro tour del Principato abbiamo seguito il consiglio di un amico, scegliendo di tornare bambini e fare volare la fantasia. Seguendo le indicazioni per Heididorf, abbiamo lasciato l’auto in un parcheggio gratuito e ci siamo avviati a piedi verso un sentiero in leggera salita.

Heididorf, il paese di Heidi

Heididorf, il paese di Heidi

Pochi metri e molte mucche dopo, un cartello ci ha annunciato di essere giunti a destinazione. Il panorama, esaltato da una splendida giornata di sole, era incantevole: i monti alle spalle, il verde dei prati intorno a noi e a darci il benvenuto gli animali, proprio come nel cartone animato che guardavamo da piccoli! Tre agnellini si stiracchiavano pigramente al sole prima di raggiungere la loro mamma, le galline si accovacciavano intorno a noi e le immancabili caprette ci scrutavano curiose, non disdegnando le carezze. Si può entrare nel loro recinto e dare loro da mangiare (acquistando nel vicino negozio l’apposito cibo).

heididorf maienfeld

Le mucche di Maienfeld

villaggio di heidi

Agnellini ad accoglierci nel villaggio di Heidi

heididorf

Una delle caprette del villaggio di Heidi

Il villaggio di Heidi è composto dalla casa di Heidi, la baita del nonno, il museo Johanna Spyri e il souvenir shop, all’interno del quale si trova l’ufficio postale più piccolo della Svizzera, da dove si può spedire una cartolina indubbiamente originale!

paese di Heidi

Souvenirs dal mondo di Heidi

Heididorf

L’ufficio postale di Heididorf, il più piccolo della Svizzera

Acquistato il biglietto (CHF 13.90, quindi circa 12,00 €) ci siamo diretti alla casa di Heidi, un piccolo edificio in muratura su due piani ricostruito fedelmente. Ogni stanza presenza oggetti di uso quotidiano, vestitini e arredi di una tipica casa alpina dell’epoca.

All’interno della casetta, si torna bambini: mentre Heidi e Peter leggono seduti al tavolo della cucina, Enri scende da una botola sul pavimento, io mi diverto a sbirciare il panorama fuori dalle finestre e mi ritrovo a sorridere mentre la sigla originale del cartone animato viene diffusa in sottofondo.

casa di heidi svizzera

La casa di Heidi a Maienfeld

Haididorf

Heidi e Peter nella casetta di Heidi

Casa di Heidi

La stanza con la sedia a rotelle di Clara

Uscendo dalla casetta, si prosegue pochi metri per raggiungere la baita in legno del burbero nonno di Heidi. Prima di entrare, una mucca (questa volta finta) ha catturato la mia attenzione: si può provare a mungerla, anche se ovviamente dalle mammelle esce solo acqua!

Heididorf

La mucca…che si può provare a mungere

All’interno della baita del nonno si trovano molti oggetti interessanti per comprendere le attività del mondo contadino, come gli attrezzi per fare il formaggio e per spaccare la legna. Dopo avere fotografato il giaciglio in paglia e l’accogliente cucina, siamo tornati a goderci la vita all’aria aperta.

baita nonno Heidi

La baita del nonno di Heidi

Heididorf

Il nonno di Heidi nella sua baita

Haididorf Maienfeld

La cucina (con vista) della baita del nonno di Heidi

Se avessimo avuto più tempo, avremmo potuto proseguire e percorrere il sentiero di Heidi, che conduce con una passeggiata di circa due ore ad una baita autentica, dalla quale godere di una vista privilegiata sulla vallata. Dovendo, però, affrontare ancora molte ore di auto per rientrare a casa, ci siamo accontentati di quanto visto e siamo tornati a coccolare gli animali da cortile, lasciando che la macchina fotografica catturasse altri scorci di quell’angolo di serenità in cui i pascoli si estendono ai piedi delle Alpi. Heididorf si è rivelata una piacevole e spensierata tappa, ideale se viaggiate con bambini, ma altrettanto splendida se come noi siete adulti ormai da tempo immemore, eppure non avete perso la voglia di guardare il mondo con curiosità e con un pizzico di magia.

Heidorf: come arrivare, informazioni e consigli

paese di Heidi

L’incantevole paesaggio del Cantone dei Grigioni

  • Per arrivare ad Heididorf seguite le indicazioni per il grazioso paese di Maienfeld e da qui i cartelli (frequenti e ben segnalati) per il villaggio di Heidi. Essendo la principale attrattiva turistica della zona (ribattezzata Heidiland per la fama della dolce bimba svizzera), non avrete problemi a giungere a destinazione.
  • Se, come noi, arrivate dal paese di Maienfeld, troverete un cartello che ad un certo punto vi indicherà che è possibile proseguire soltanto a piedi. Prendete la stradina a destra e troverete un’area dove parcheggiare, di fronte ad un ampio prato.
Heididorf

Panorama di fronte al parcheggio prima di raggiungere a piedi Heididorf

  • Il biglietto per accedere alla casa di Heidi, alla baita del nonno e al museo si può acquistare nel negozio di souvenirs. Il costo per adulto è di CHF 13.90 (bambini dai 5 ai 14 anni CHF 3.90)
  • Orari: in inverno il paese di Heidi è aperto dalle 10:00 alle 16:00, mentre a partire da marzo la chiusura è alle 17:00 (per maggiori informazioni consultare il sito ufficiale).
  • Il cibo per le caprette è acquistabile solo nel negozio di souvenirs; è vietato dare loro da mangiare qualsiasi altra cosa.
  • Da Maienfeld siete vicinissimi al Liechtenstein, approfittatene per varcare il confine. Se siete curiosi di saperne di più, date un’occhiata al mio itinerario in Liechtenstein.

Potrebbe interessarvi anche…

BERNA, ITINERARIO DI UN GIORNO NELLA CITTA’ DEGLI ORSI

LIECHTENSTEIN, IL PRINCIPATO FIABESCO CHE VALE LA PENA VISITARE

CASCATE DEL RENO, LA MUSICA DELLA NATURA

 

 

21 pensieri su “HEIDIDORF, IL PAESE DI HEIDI ESISTE DAVVERO!

  1. L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:

    Noooo *_* giuro che non lo sapevo che esistessero i luoghi del romanzo di Heidi! Non sono una grande fan del genere però ricordo che da piccola mi affascinava per l’ambientazione montana! Per completare il tour dovresti andare a Francoforte sulle tracce della casa della Signorina Rottenmeier 😛 Grazie per questa chicca! 😉

    Piace a 1 persona

  2. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Sapevo dell’esistenza di questo villaggio ma non immagino che fosse proprio una riproduzione così fedele! Ho guardato Heidi non so quante volte, probabilmente fino alla nausea (non quanto Candy Candy comunque) per cui ricordo bene anche gli interni, e sono proprio uguali. E anche il panorama. Un posto stupendo che devo assolutamente visitare.

    Piace a 1 persona

  3. Alessandra ha detto:

    Che bel posto! Mi piacerebbe molto visitarlo anche perchè io amo la montagna. Che carine quelle bamboline di pezza con la faccia del cartone animato. Hanno avuto un’ottima idea a ricreare questo posto!

    Piace a 1 persona

Rispondi a Sognando Viaggi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...