maldive atolli

GUIDA MALDIVE: ATOLLI, CONSIGLI E INFORMAZIONI PER ORGANIZZARE IL VIAGGIO

Se state pianificando un viaggio alle Maldive o se semplicemente rientrano tra le mete dei vostri sogni, potrebbero esservi utili le informazioni che ho raccolto prima della partenza per l’isola di Fihalhohi unite ad alcuni consigli derivanti dal mio primo assaggio di mondo maldiviano. Li ho raccolti in questa mini-guida, un piccolo vademecum che spero possa aiutarvi a confezionare la vacanza adatta alle vostre esigenze o semplicemente a togliervi qualche curiosità su una meta tra le più gettonate nella bucket list degli italiani. Buona lettura e…se avete altre curiosità fatemi sapere, in modo da aggiornare costantemente la guida e renderla più completa! 🙂

maldive atolli

Le Maldive viste dall’aereo

ATOLLI, QUALE SCEGLIERE? L’arcipelago delle Maldive è composto da 26 atolli, ciascuno dei quali comprendente centinaia di isole. Il totale delle isole coralline maldiviane è ben 1.192, di cui soltanto alcune abitate o occupate da resort. Per scegliere l’isola che fa per voi gli elementi da considerare sono:

  • vicinanza e stato della barriera corallina
  • distanza dall’aeroporto in base alla lunghezza del vostro viaggio
  • tipo di struttura in cui alloggiare: preferenza per una vacanza di puro relax in un’isola-resort o a contatto con la popolazione in un’isola di pescatori soggiornando in guest house

Il reef costituisce l’attrattiva principale, insieme al mare cristallino. E’ fondamentale quindi informarsi preventivamente su come raggiungerlo: noi abbiamo scelto un’isola con barriera corallina vicinissima, raggiungibile a nuoto senza sforzo in qualsiasi momento. In altre isole, però, occorre spostarsi in barca per raggiungere la barriera. Tripadvisor, Booking e i principali siti di prenotazione possono fornirvi un’idea generale attraverso le recensioni,  così come una domanda diretta rivolta alla struttura tramite mail.

Se il vostro soggiorno è limitato ad una settimana, come il nostro, è preferibile ottimizzare i tempi scegliendo un’isola raggiungibile in non più di 45-60 minuti dall’aeroporto (tra gli atolli più gettonati, Ari e Malé Sud). La nostra si trovava a 45 minuti di barca veloce da Malé. Se avete a disposizione più giorni, invece, potete esplorare paradisi più lontani, raggiungibili anche tramite idrovolante o con combinazione idrovolante+barca (come il paradisiaco atollo di Baa).

maldive fihalhohi

Maldive: l’ideale per una fuga di puro relax in un luogo paradisiaco

RESORT O GUEST HOUSE? Maldive da catalogo o Maldive autentiche? Meglio alloggiare in un resort o in una guest house? I fattori da considerare sono:

  • budget
  • tipologia di vacanza che si ricerca e adattabilità

Le Maldive non sono una meta low cost, sebbene siano diventate molto più accessibili di un tempo. Mediamente, un soggiorno in guest house consente di risparmiare rispetto ad un resort (ma chiedete sempre se e quante escursioni sono comprese nel prezzo), in ogni caso esistono anche strutture con un buon rapporto qualità-prezzo, quindi consiglio di non escludere a priori dalla ricerca i resort.

Guest house -> Vantaggi: spesso prezzi contenuti comprendenti alcune escursioni, possibilità di vivere più a contatto con la popolazione maldiviana. Limiti: verificare sempre la presenza e l’aspetto della bikini beach e la distanza dalla barriera corallina

Resort -> Vantaggi: assoluto relax e comodità, accesso diretto alla spiaggia senza restrizioni per le donne Limiti: prezzo di norma più elevato (ma esistono resort di fascia più contenuta che costituiscono un ottimo compromesso), escursioni di solito non incluse, contatto minore o assente con i locali (salvo escursioni verso isole di pescatori).

In sostanza, tutto dipende dalla vostra adattabilità e da quello che cercate in quel momento dalla vacanza. Io ho optato per il resort e mi sono trovata benissimo, ma tutto dipende dalle esigenze personali. Nella scelta considerate sempre prioritarie spiaggia e barriera perché alle Maldive si vive tutto il giorno al mare!

maldive quale atollo scegliere

Maldive: Fihalhohi Island, nell’atollo di Malé Sud

CLIMA, QUANDO ANDARE? Il clima delle Maldive è di tipo tropicale-monsonico, con temperature miti e ventilate tra i 27° e i 35° nell’arco di tutto l’anno. L’arcipelago è interessato da due monsoni: il periodo migliore in cui soggiornare è considerato quello del monsone secco, da novembre ad aprile; mentre tra maggio e ottobre il rischio di precipitazioni è superiore. Come in tutto il mondo, però, le condizioni climatiche sono molto meno nette e prevedibili di un tempo. Va da sé che il periodo più costoso, ma teoricamente con più probabilità di tempo soleggiato, è quello corrispondente al nostro inverno.

AGENZIA DI VIAGGI O FAI DA TE? Di solito preferisco per il fai da te, convinta che consenta di contenere i costi, ma in questo caso ho optato per l’agenzia, che mi ha proposto un pacchetto a prezzo molto interessante considerato che ci siamo mossi con pochissimi mesi di preavviso nel periodo più caro dell’anno. Provate a farvi fare un preventivo e confrontatelo con prezzi di voli e strutture che avete cercato autonomamente, la differenza potrebbe non essere quanto vi aspettate! In caso di fai da te: prenotate i voli con largo anticipo, non dimenticate di accordarvi con la struttura per i trasferimenti da e per l’aeroporto e date un’occhiata a forum e social per confrontare le esperienze. Consiglio inoltre di stipulare un’assicurazione online.

spiaggia fihalhohi maldive

Spiaggia del Fihalhohi Island Resort

COME ARRIVARE: VOLI E COMPAGNIE AEREE. Io ho volato con Emirates (Malpensa-Dubai / Dubai-Malé), garanzia di servizio eccellente. All’andata sono stata avvisata tramite mail dello spostamento del volo 4 ore più tardi (aveva accumulato ritardo partendo da New York), la compagnia all’aeroporto ha fornito voucher per il pranzo e successivamente, visto che avremmo perso la coincidenza, ci ha riprotetti su un altro volo. Un addetto ci aspettava a Dubai con le nuove carte d’imbarco e le indicazioni per raggiungere il terminal. I pasti a bordo, poi, secondo me sono gustosissimi 🙂 Altre compagnie che consentono di raggiungere le Maldive sono: Turkish Airlines, Neos, Qatar Airways, Etihad e Aeroflot. Per alcune, anziché a Dubai, è previsto uno scalo a Colombo (Sri Lanka) o a Istanbul. Consiglio sempre Skyscanner per comparare i prezzi, verificandoli comunque sempre sul sito ufficiale della compagnia aerea.

COME SPOSTARSI: BARCA VELOCE O IDROVOLANTE? A seconda della distanza dall’aeroporto, la struttura vi proporrà un diverso tipo di trasferimento. L’idrovolante è utilizzato per tragitti più lunghi, è più costoso e consente di vedere gli atolli da una bellissima prospettiva. La barca veloce viene usata per distanze minori, ha un costo più contenuto ed è (almeno nel nostro caso) caratterizzata da una guida molto “sportiva”, tanto che sulla scia delle onde vi sentirete un po’ come sulle montagne russe  😉

maldive isola scegliere

I trasferimenti in barca veloce di fronte all’aeroporto di Malé

DOCUMENTI DI VIAGGIO: per accedere alle Maldive occorre essere in possesso di un passaporto elettronico con almeno sei mesi di validità residua. Il visto turistico viene rilasciato direttamente in aeroporto ed è valido 30 giorni; per ottenerlo è sufficiente essere in possesso della prenotazione alberghiera e della data del ritorno.

FUSO ORARIO: +4 ore rispetto all’Italia, +3 ore quando in Italia vige l’ora legale. Attenzione: su alcune isole, per beneficiare al massimo delle ore di sole, viene applicata un’ora aggiuntiva di fuso orario. Ad esempio a gennaio sull’isola di Fihalhohi, il fuso era di +5 ore rispetto all’Italia.

MONETA E PAGAMENTI: la moneta ufficiale delle Maldive è la rufiyaa delle Maldive (MVR). Per i pagamenti in contanti è consigliabile portare con sé dollari. Nelle strutture normalmente l’euro viene accettato così come le carte di credito, soprattutto Visa e Mastercard. Noi all’interno del resort abbiamo utilizzato sempre la Postepay (carta prepagata del circuito Visa).

RELIGIONE: RESTRIZIONI E “BIKINI BEACH”: le Maldive sono un Paese di religione musulmana, pertanto se alloggerete su un’isola di pescatori sarà necessario attenersi alle restrizioni in vigore per le donne. Nelle “bikini beach” è possibile stare in costume, mentre nelle restanti spiagge la donna dovrà avere spalle e gambe coperte fino alle ginocchia. Nei resort naturalmente non vige alcuna restrizione, mentre occorre informarsi con i gestori delle guest house per sapere su quali spiagge potersi recare in bikini. Durante le escursioni presso la capitale Malé o le isole di pescatori è consigliato un abbigliamento adeguato.

DIVIETI: non è possibile importare alcolici, immagini sacre e prodotti di carne suina.

LINGUA: la lingua ufficiale è il dhivehi, ma vengono parlati anche l’arabo e l’inglese.

ATTIVITA’ ED ESCURSIONI: ogni guest house o resort prevede la possibilità di effettuare diversi tipi di escursione. Quelle classiche sono: lingua di sabbia, snorkeling (ad esempio per nuotare con mante o tartarughe), avvistamento delfini, pesca, visita alla capitale Malé (di cui però nessuno mi ha parlato in toni entusiasti), isola di pescatori o island hopping, che di norma consiste in una giornata in cui si ha la possibilità di visitare altre isole di tipo diverso (uno o più resort, isole deserte dove fare un picnic e un’isola di pescatori). Le escursioni hanno prezzi in dollari e sono piuttosto costose, ma possono rivelarsi un modo piacevole per movimentare la vacanza.

maldive mare

Un banco di minuscoli pesci vicino alla riva

DIVING: ogni resort di solito dispone di un centro subacqueo e imbarcazioni che vengono utilizzate per raggiungere i punti di immersione su reef o su relitti. Le guide normalmente si spingono per prime in acqua per valutare la presenza di correnti. Esistono inoltre crociere subacque per i più appassionati.

MONDO MARINO: il mondo sottomarino offre un’incredibile varietà faunistica. Pesci di ogni dimensione, forma e colore, ma anche aquile di mare, mante, tartarughe marine, squaletti, delfini e squali balena. Ogni sessione di snorkeling vi porterà ad avvistare qualcosa di diverso, per questo è fondamentale scegliere un’isola con un bel reef facilmente raggiungibile. Non temete gli squali: nonostante le migliaia di immersioni in mare aperto, non ci sono mai state vittime. Quindi indossate maschera e pinne e immergetevi in tutta sicurezza in un mondo marino da sogno!

snorkeling maldive

Il pesce chirurgo

CUCINA E PIATTI TIPICI: il pesce è il grande protagonista della cucina maldiviana, mentre la maggior parte degli altri cibi viene importata. Il tonno è ottimo cucinato in qualsiasi modo! Per il resto, prevalgono riso e piatti piccanti e speziati, con l’uso in particolare del curry. La frutta spazia da piccole banane alle noci di cocco, passando per altri frutti tropicali come mango, frutto della passione e papaya. Nei resort normalmente vengono proposti buffet a tema, che spaziano da quello occidentale con sapori più “familiari” al nostro palato a quello saporito e piccante dello Sri Lanka.

RECENSIONI SUL WEB, FIDARSI O MENO? Come sempre, le recensioni di chi c’è stato costituiscono un buon incipit quando si organizza una vacanza. Però, tenete sempre conto della differenza di esigenze: non siamo tutti uguali, quindi troverete chi si lamenta di tutto, chi predilige strutture spartane per essere a contatto con gli abitanti e critica i resort o chi è abituato a vacanze di lusso e trova non adeguato tutto ciò che è inferiore ai propri standard. Il mio consiglio è di leggere, ma di fidarvi anche dell’istinto e delle foto pubblicate dalla struttura o dai viaggiatori. Ad esempio accertatevi sempre se la spiaggia da sogno che compare sulla pagina Facebook della struttura sia realmente quella accessibile quotidianamente oppure sia quella che vedrete soltanto in un’escursione.

fihalhohi maldive

Un’amaca tra le palme, con vista su una bianchissima spiaggia maldiviana

airone maldive fihalhohi

Un airone sulla battigia

COSA NON PUO’ MANCARE NEL BAGAGLIO:

  • attrezzatura da snorkeling (maschera, boccaglio, pinne, eventuali scarpe da scoglio o galleggiante). Affittare l’attrezzatura potrebbe rivelarsi costoso.
  • Non dimenticate una crema solare ad alto fattore di protezione (alle Maldive tutto è piuttosto caro, quindi meglio evitare di acquistarla in loco, specie nei resort).
  • Abbigliamento: viaggiate leggeri prediligendo abbigliamento da spiaggia comodo e informale, infradito, bikini kaftani ecc. Se prevedete escursioni su isole di pescatori munitevi di un coprispalle o di un abito fino alle ginocchia tipo sarong per rispettare le restrizioni.
  • Torcia tascabile: potrebbe rivelarsi utile la sera per passeggiare in spiaggia o nelle zone meno illuminate dell’isola, evitando di disturbare granchi e paguri.
  • Uno o più libri: le Maldive sono sinonimo di riposo assoluto, intervallato da snorkeling o immersioni. Per non rischiare di annoiarvi al sole, consiglio una buona lettura. Io ne ho approfittato per leggere due libri in tutta tranquillità, con soltanto la risacca come sottofondo…meraviglioso!
  • Medicine di prima necessità (a scopo precauzionale, come bisognerebbe fare in ogni viaggio): aspirine, fermenti lattici (la cucina è speziata, potreste avere bisogno di un aiuto per lo stomaco), tachipirina. Può essere utile una pomata per curare eventuali abrasioni da corallo. Se viaggiate con bimbi consiglio di informarvi se la struttura presso cui intendete alloggiare ha un medico a disposizione.

VACCINAZIONI: non sono presenti malattie endemiche e non sono richieste vaccinazioni. Soltanto ai viaggiatori provenienti da zone a rischio di trasmissione febbre gialla o che abbiano transitato per più di 12 ore in aeroporti delle zone a rischio è richiesto di presentare il certificato di vaccinazione.

INSETTI: per andare alle Maldive non occorrono particolari vaccinazioni. Per quanto riguarda gli insetti, consiglio comunque di portare con voi un buono spray antizanzare a scopo precauzionale. Nei resort la disinfestazione di solito viene effettuata quotidianamente (infatti noi non abbiamo visto nessun insetto e non siamo stati punti sebbene non utilizzassimo antizanzare).

SITI UTILI PER L’ORGANIZZAZIONE: mondomaldive , isolemaldive.eu, lonelyplanetitalia.it.

Potrebbe interessarti anche…

MALDIVE: Fihalhohi Island (Atollo di Malé Sud)

SEYCHELLES: QUANDO I SOGNI DIVENTANO REALTA’!

DUBAI IN 2 GIORNI: la metropoli del deserto tra souk e grattacieli

25 pensieri su “GUIDA MALDIVE: ATOLLI, CONSIGLI E INFORMAZIONI PER ORGANIZZARE IL VIAGGIO

  1. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Per me ce ho il terrore degli insetti, la cosa della disinfestazione è un’ottima cosa!
    Per quanto riguarda l’organizzazione, anche io mi rivolgerei ad un’agenzia, perché in certi casi può essere molto conveniente e anche comodo (come ho fatto per Mosca, evitando così di dover andare fino a Milano per il visto).
    Nemmeno io mi fido più al 100% delle recensioni, anche perché a volte ho il dubbio che certe siano proprio “sponsorizzate” dalla struttura stessa. Molto meglio fare affidamento sulle foto!
    Buon weekend 🙂

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Dietro alle recensioni pare proprio si nasconda un mondo di pacchetti e sponsorizzazioni da parte delle stesse strutture, ne parlavano in un servizio in una trasmissione di attualità qualche tempo fa. Anche se comunque un’occhiata mi fa sempre piacere darla, spesso offrono buoni spunti e consigli (e spero sempre che quelle “sponsorizzate” siano una minoranza. Le foto però di solito non mentono 🙂

      Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Ciao Elena, ho provato a racchiudere un po’ di consigli per chi, come me, ci si reca per la prima volta. Diciamo che non capita tutti gli anni di visitare un paradiso simile, quindi meglio partire preparati per non avere sorprese 🙂

      "Mi piace"

  2. L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:

    Mi accodo ad Elena, che guida super utile! Guarda nonostante io non ami molto queste mete (come saprai amo il freddo) mi ci vorrebbe proprio una settimana così, lontana da tutto il resto! Quindi salvo i tuoi preziosi consigli nella speranza di metterli in pratica prima o poi! La professionalità di Emirates è fuori discussione!
    Ps: magari farei andata idrovolante e ritorno barca veloce, l’emozione di atterrare sull’acqua dev’essere bellissima! Buona domenica!

    Piace a 1 persona

  3. anna di ha detto:

    Questa dovreesti stamparla, è una guida alle Maldive perfetta. Utili informazioni, dati di prima mano e suggerimenti di chi ci è stato davvero. Per il viaggio anche io cerco sempre il fai da te, ma per questi tipologie di viaggi le offerte di pacchetti che si trovano su internet sono spesso piu convenienti.

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Ti ringrazio, ho cercato di raccogliere un po’ di suggerimenti e di rispondere ai dubbi che avevo prima della partenza. Devo dire che l’offerta è stata ghiotta, penso che sia una vacanza fattibile anche in autonomia, ma spesso i pacchetti sono convenienti, soprattutto quando non si ha la possibilità di organizzarsi con largo anticipo.

      "Mi piace"

  4. Lucy the Wombat ha detto:

    Che bello il pesce chirurgo 😍😍 Grazie per questa panoramica sulle Maldive, mi sono sempre chiesta come debba essere andarci e ora ho le idee più chiare. L’idrovolante però mi fa paura, mi sa che preferirei la barca-montagne russe 😅

    Piace a 1 persona

  5. mumwhatelse ha detto:

    Non ho mai sognato di andare alle Maldive ma è certamente uno di quei posti in cui vale davvero la pena visitare almeno una volta nella vita e prima che l’inquinamento distrugga certi paradisi. Guida super con un sacco di informazioni!!

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      L’inquinamento è un tasto dolente, purtroppo in quelle zone l’ambiente non è tutelato come dovrebbe (e i comportamenti di certi turisti aggravano la situazione). Un vero peccato perché si tratta di un vero paradiso, la cui vita sottomarina è stata già messa a dura prova dall’innalzamento della temperatura delle acque, che ha prodotto lo sbiancamento dei coralli. Grazie di essere passata :-*

      "Mi piace"

  6. Virginia ha detto:

    Molto utile e completo questo post, che ha risposto anche ad alcuni degli interrogativi che avevo. Una vacanza di solo mare, forse, non è esattamente adatta alla mia indole, eppure la fauna marina ed i paesaggi mi attirano… chissà

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Chissà, mai dire mai! Anche io fino a qualche anno fa pensavo alle Maldive come un paradiso nel quale però mi sarei annoiata (abituata a vacanze iperattive), eppure la settimana trascorsa su quella piccola isoletta mi è volata. L’ideale per chi vuole relax assoluto, ma anche e soprattutto per gli appassionati di snorkeling.

      "Mi piace"

  7. Flavia Licciardello ha detto:

    Oddio, che meraviglia!! Splendida tu e splendide le foto. Immagino che mi farei aiutare da una agenzia anche io, in casi come questo: per esempio non sapevo delle “bikini beach” per cui meglio andare sul sicuro facendosi accompagnare dagli esperti nell’organizzazione del viaggio

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Ti ringrazio 🙂 Sia che si opti per il fai da te in guest house, sia che ci si affidi ad un’agenzia, è importante avere ben chiaro se la spiaggia vicina è una bikini beach. Oggi grazie ad Internet è semplice saperlo, tanti anni fa un paio di amici dei miei suoceri purtroppo rimasero delusi proprio per questo motivo…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...