boccadasse genova

GENOVA: itinerario di 2 o 3 giorni tra le meraviglie della Superba

Almeno una volta nella vostra vita avrete sentito definire il genovese tipico come una persona dal “mugugno” facile, ossia brontolona e dotata di scarse capacità di accoglienza turistica.  Oppure avrete sentito pronunciare la classica frase: “A Genova da vedere c’è solo l’Acquario”. Ma è tutto vero? Abbandonate gli stereotipi e tuffatevi con me nel mar Ligure alla scoperta delle meraviglie di Genova, la città in cui sono nata e vivo tuttora. Forse non saremo estroversi come i romagnoli o i toscani, ma vi assicuro che la Superba è uno scrigno di sorprese che vale la pena scoprire. In questo primo capitolo vorrei consigliarvi un itinerario di due o tre giorni tra le meraviglie di Genova, che approfondiremo nelle prossime settimane in quella che spero possa diventare un’utile mini-guida di Genova a cura di una genovese!

rolli days genova

Il panorama dalla terrazza della sede centrale di Banca Carige

lanterna genova

La Lanterna, simbolo della città di Genova

Le origini del nome della città sono incerte ed esistono diverse teorie in merito. Quella che trovo più curiosa suggerisce che Genova derivi da “Janus”, ossia il dio bifronte Giano, per la sua caratteristica di guardare contemporaneamente verso il mare e verso i monti; mentre la più accreditata è la derivazione da “ienua” (ovvero “porta” in latino), in quanto stabiliva il confine tra l’Impero Romano e la Gallia.

Primo giorno – Se visitate Genova per la prima volta, vi suggerisco di cominciare l’itinerario dal Porto Antico. Qui troverete il Bigo, un ascensore panoramico progettato da Renzo Piano che vi porterà a 40 mt d’altezza per fornirvi un primo sguardo a 360° sulla città. L’attrazione più famosa è sicuramente l’Acquario, il più grande d’Europa, con oltre 12.000 esemplari del mondo marino. Un luogo che incanta i bambini, ma esercita un notevole fascino anche sugli adulti, tanto che tra delfini, squali, pinguini, foche e coloratissimi pesci le ore voleranno! A questo punto potete continuare a passeggiare nel Porto Antico, scegliendo se visitare la Biosfera (un giardino botanico dalla forma sferica che ricrea una foresta tropicale con vegetazione rigogliosa e diverse specie animali), oppure proseguire verso il Galeone, che fu utilizzato durante le riprese del film “Pirati” di Roman Polanski. Se avete voglia di scoprire tutti i segreti del mare e il suo legame indissolubile con la città di Genova, il posto giusto per voi è il Galata Museo del Mare, un museo tecnologico e innovativo che ha di fronte a sé il Sottomarino, un vero sommergibile visitabile in ogni suo angusto spazio, per un’esperienza decisamente originale! Chi viaggia con bimbi al seguito può recarsi alla Città dei Bambini che, in uno spazio di 2000 mq, fonde gioco, scienza e tecnologia con attività di tipo diverso a seconda dell’età dei visitatori.

porto antico genova

Il Porto Antico, luogo ideale da dove iniziare a scoprire Genova

Acquario di Genova

Acquario di Genova – Il fascino delle meduse

acquario di genova

Acquario di Genova – Lo squalo

biosfera genova

La Biosfera al Porto Antico

galeone pirati genova

Il Galeone dei Pirati

Dal mare all’arte, in pochi metri. Attraversando la strada di fronte al Bigo (a proposito, fermatevi a fotografare Palazzo S. Giorgio, sede dell’Autorità Portuale, con una magnifica facciata dipinta che si affaccia sul mare e una parte medievale verso i vicoli), si imbocca via S. Lorenzo, sino ad arrivare all’omonima Cattedrale.

genova palazzo s. giorgio

Palazzo S. Giorgio

Nei vicoli (il centro storico di Genova è un dedalo di viuzze, alcune delle quali strette e anguste, altre brulicanti di vita), tra le mie chiese preferite ci sono S. Donato, la piccola Chiesa di S. Matteo e S. Luca. Nelle immediate vicinanze della Cattedrale di S. Lorenzo si trovano la Chiesa del Gesù (dall’interno barocco in cui spiccano opere di Rubens) e Palazzo Ducale (sede di mostre temporanee prestigiose e di cui è possibile visitare la Torre Grimaldina e le carceri).

chiesa s. luca genova

L’interno della Chiesa di S. Luca

Palazzo Ducale genova

Palazzo Ducale

chiesa s. matteo genova

La piccola Chiesa di S. Matteo, dall’interno sorprendente

Giunti in Piazza de Ferrari, oltre agli zampilli della celebre fontana spicca la facciata del Teatro Carlo Felice, di fronte al quale è situata la statua equestre di Garibaldi. Tra le foto “classiche” non può mancare uno scatto accanto alla scritta rossa “Genova”, situata tra la fontana e l’ingresso di Palazzo Ducale.

teatro carlo felice genova

Il Teatro Carlo Felice di Genova

genova fontana piazza de ferrari

La fontana di Piazza De Ferrari

Se volete rilassarvi con un po’ di shopping, potete passeggiare sotto i portici di via XX Settembre. Oltre ai negozi, vi incanterete davanti al Ponte Monumentale e alla Chiesa di Santo Stefano, un gioiellino in posizione sopraelevata, raggiungibile imboccando una stretta stradina che si interseca con via XX. Un’altra attrazione in questa zona che vi consiglio di non perdere è la Casa di Colombo, in prossimità di Porta Soprana o Porta di Sant’Andrea, che presenta due maestose torri medievali.

Secondo giorno – Nella vostra seconda giornata tra le vie di Genova, poteste dedicarvi ai musei (e se amate l’arte avrete l’imbarazzo della scelta!). In Via Garibaldi si trovano i Musei di Strada Nuova, alcuni dei palazzi dei Rolli facenti parte del Patrimonio dell’Unesco. Palazzo Rosso, Bianco e Tursi ospitano opere d’arte magnifiche, una ricchissima pinacoteca, cimeli (come il violino di Paganini, la Maddalena Penitente di Canova, dipinti di Van Dyck) e giardini comunicanti, ma tutti i palazzi della via sono antiche residenze signorili (alcuni visitabili soltanto in alcune occasioni, come i Rolli Days). Date un’occhiata ai ninfei e agli atrii sontuosi mentre passeggiate e non ve ne pentirete.

musei strada nuova genova consigli

Palazzo Rosso visto dal giardino di Palazzo Bianco

palazzo lomellino rolli

Il giardino segreto di Palazzo Lomellino, uno dei Palazzi dei Rolli

Se avete ancora voglia di immergervi nell’arte potete proseguire verso la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola o ancora verso la Basilica della Santissima Annunziata, un tripudio di oro e marmo. Nella vicina via Balbi si trova inoltre Palazzo Reale, una magnifica residenza che secondo me rientra nelle attrazioni imperdibili, con la sua sala degli specchi che rimanda ad una Versailles in miniatura.

genova cosa vedere

La Basilica della Santissima Annunziata del Vastato, in piazza della Nunziata

palazzo reale genova

La Galleria degli Specchi di Palazzo Reale

Scendendo verso la stazione di Principe si arriva a Villa del Principe, che fu residenza di Andrea Doria. Oggi conserva un bellissimo giardino, stanze affrescate da Perin del Vaga ed enormi arazzi di grande valore.

Villa del Principe

Villa del Principe e il suo giardino

Cambiando zona, in modo da alternare alle visite artistiche qualcosa di differente, vi consiglio a questo punto di spostarvi con la metro o con il bus sino alla zona di Piazza della Vittoria, situata nelle vicinanze della stazione di Genova Brignole. Alle spalle dell’Arco della Vittoria sorge la Scalinata del Milite Ignoto, detta anche Scalinata delle Caravelle per via dei disegni del suo prato all’inglese.

Genova sa essere anche romantica e una delle mie zone preferite è Boccadasse, cui si giunge attraverso la Passeggiata sul mare di Corso Italia. Boccadasse è un antico borgo, caratterizzato da casette colorate addossate le une alle altre, quasi aggrappate agli scogli, incorniciate da piccole imbarcazioni e una spiaggetta. Al tramonto l’atmosfera è particolarmente suggestiva, infatti si tratta di una delle location più ricercate per i servizi fotografici di matrimonio (gli sposi nella foto siamo proprio io ed Enri, immortalati da Fotomaggi 🙂 ).

boccadasse genova

Boccadasse, uno degli angoli più romantici di Genova (gli sposini siamo noi!)

Se volete vedere Genova da una prospettiva spettacolare, non dimenticate di rifarvi gli occhi a Spianata Castelletto, ammirando la vista sulla città dal suo celebre belvedere. Abbraccerete con lo sguardo i suoi tetti, le torri, i campanili e il mare. Un panorama romantico e d’impatto che vi renderà parte integrante di una cartolina!

Terzo giorno – Se disponete ancora di una giornata di visita, potete uscire dai circuiti turistici classici che vi ho elencato per sperimentare qualcosa di diverso; ecco qualche idea: visitare la Lanterna, simbolo di Genova per eccellenza, alla quale si accede con una passeggiata che si snoda vicino al parcheggio del Terminal Traghetti; oppure il Castello d’Albertis (che ospita il Museo delle Culture del Mondo ed è in posizione panoramica) o ancora trekking tra i forti genovesi all’interno del Parco delle Mura.

Sentiero Forte Diamante

Parco delle Mura – Il sentiero che conduce a Forte Diamante

A Genova è inoltre presente il cimitero monumentale di Staglieno, uno dei più importanti in Europa. Un’altra splendida zona da visitare spostandosi verso Levante è Nervi (vi consiglio di raggiungerla in treno, scendendo all’omonima stazione): la passeggiata Anita Garibaldi offre incantevoli scorci sul mare e i suoi scogli dalle svariate forme, mentre i parchi di Nervi sono uno dei polmoni verdi della città.

euroflora 2018

Parchi di Nervi più belli che mai per Euroflora 2018

A Ponente, invece, merita una visita Villa Durazzo Pallavicini, a Pegli, recentemente riaperta al pubblico e insignita del premio miglior parco d’Italia nel 2017. Qui si trova anche il Museo Navale, precisamente a Villa Centurione Doria. A Voltri invece i bambini potranno vedere da vicino daini e caprette a Villa Duchessa di Galliera.

Meno conosciuti, ma particolarmente suggestivi per un picnic in una giornata di sole sono Forte Geremia e la Cascata del Serpente, nella località di Masone (a circa 40 minuti di auto dal centro di Genova).

cascata del serpente genova

La Cascata del Serpente, nel Parco del Beigua

Forte Geremia

Forte Geremia, vista sul litorale ligure

villa duchessa di galliera

Parco di Villa Duchessa di Galliera, a Voltri

museo navale pegli

Villa Centurione Doria, a Pegli, sede del Museo Navale

Forse potrebbe interessarti anche…

FORTE GEREMIA: ABBRACCIARE CORSICA E ALPI CON LO SGUARDO

IL PARCO DELLE MURA: TREKKING DA FORTE SPERONE A FORTE DIAMANTE

ROLLI DAYS: GENOVA SVELA PALAZZI, GIARDINI E VILLE SONTUOSE

LA FIORITURA DEI NARCISI A PIAN DELLA CAVALLA

ALBERGO DEI POVERI e MAGISTRATO DI MISERICORDIA: sulle tracce dei benefattori e mecenati genovesi

 

 

60 pensieri su “GENOVA: itinerario di 2 o 3 giorni tra le meraviglie della Superba

  1. Elena ha detto:

    Beeella la foto del vostro Matrimonio, con uno sfondo d’eccezione! E davvero bellissima anche Genova… Pensa che le mie sorelle e le mie cugine mi hanno portata lì per un weeked al femminile x il mio addio al nubilato! 🙂

    Piace a 1 persona

  2. L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:

    Wow bellissimi quegli sposini! Da rivista! *_* Niente io e Genova non ci siamo prese subito subito ma sono straconvinta che era per colpa della disgraziata compagnia di viaggiatori con cui la visitai. Il Galata l’ho ADORATO! Mio padre ci ha lavorato per 6 anni e ogni tanto dice che vorrebbe tornarci per una rimpatriata…magari mi imbuco nel suo viaggio e ti vengo a trovare. Anche e soprattutto per scoprirla meglio ed apprezzarla finalmente! 😉

    Piace a 1 persona

  3. La valigia di Cassandra ha detto:

    Oh Serena!!! Mi hai fatto fare un tuffo nei ricordi dell’infanzia…avevo una zia lì e venivo a Genova circa ogni anno. Il mio posto preferito è senza dubbio Corso Italia, mentre degli altri punti ho un ricordo un po’ più sfocato: di via XX Settembre ricordo solo un gelato al cioccolato che mi cadde sulla maglietta!!
    Alcune attrazioni, invece, non le ho mai visitate, come i palazzi ad esempio…non so se avrò il coraggio di ritornare a Genova, ma ti seguirò senza dubbio nella tua guida!
    Un abbraccio e grazie! ❤️

    Piace a 1 persona

  4. Julia ha detto:

    Per chi vive a Milano la Liguria è spesso metà di gite fuori porta con l’inizio della bella stagione, Genova forse viene tralasciata a discapito dei piccoli paesini di mare ma sono pienamente d’accordo che è una città che meriterebbe una visita approfondita. Ottimi consigli ed itinerario

    Piace a 1 persona

  5. SognandoViaggi ha detto:

    Nella bella stagione capisco che la Riviera Ligure e i suoi borghi sul mare attraggano la maggior parte dei turisti, ma vale la pena fare una puntatina anche a Genova, c’è tanto da vedere artisticamente ed è una città molto particolare, incastonata tra mare e monti😊 Grazie del commento!

    "Mi piace"

  6. Paola ha detto:

    Pensa invece che a me l’acquario non è piaciuto, ma mi sono innamorata del centro storico, della spianata castelletto e del Castello d’Albertis! Genova è una città che mi ha piaciuta molto e tornerò volentieri alla prossima occasione 🙂

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Il panorama da Spianata Castelletto è bellissimo, sono d’accordo! Genova è una città dalle molteplici sfaccettature, mi fa piacere che tu abbia apprezzato il centro storico e che ti sia spinta fino al Castello d’Albertis. Non tutti lo includono nell’itinerario, ottima scelta 😊

      "Mi piace"

  7. anna di ha detto:

    Ecco un articolo utile su una città che davvero spesso si identifica solo con l’acquario. E anche io ci sono stata per quel motivo, ma dopo ho allargato il tiro e mi sono ritrovata in un paese davvero ricco di palazzi e piccole vie caratteristiche. Prossima volta seguirò il tuo itienrario, ho visto di Genova solo un terzo di ciò che hai menzionato tu.

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Quando si ha poco tempo, l’Acquario è un “must” 🙂 La bellezza di Genova a volte è un po’ schiva, ma basta esplorarla con lo sguardo giusto per capire che offre davvero molto, come hai fatto tu passeggiando per le sue vie. Buona giornata!

      "Mi piace"

  8. Simona ha detto:

    L’acquario di Genova è sicuramente molto conosciuto. Ma ridurre tutta la città alla visita del solo acquario è molto riduttivo. Non posso che darti ragione soprattutto dopo aver letto il tuo post e aver scoperto che c’è davvero tantissimo da vedere in questa città. Tra l’altro non sapevo tu fossi genovese! Sono certa che la rubrica sulla tua città diventerà un bellissimo appuntamento fisso! 😉

    Piace a 1 persona

  9. raffigarofalo ha detto:

    Sono stata a Genova diverse volte per lavoro, ma un giorno mi sono presa 3 gg e l’ho girata in lungo e in largo. Mi sono fatta “accompagnare” dal libro 101 cose da fare a Genova almeno una volta nella vita. Leggendo questo post mi sono accorta che qualcosa non era contemplato nel libro. Motivo per tornarci, non trovi? 😉

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Penso che in quel libro ci siano un sacco di spunti interessanti anche per me che ci vivo, mi hai incuriosita 😊 Hai fatto benissimo ad approfittare del viaggio di lavoro per visitare la città, carpe diem 😊

      "Mi piace"

  10. Lucy the Wombat ha detto:

    Ma chi è quel pazzo che dice che a Genova c’è solo l’Acquario da vedere?!? 😄
    Comunque queste foto sono una più bella dell’altra, complimenti davvero perché difficilmente le apprezzo così tanto su un blog! Brava!! Per il resto, purtroppo, non posso che far andare l’immaginazione perché da dove mi trovo ora difficilmente passerò da Genova nel prossimo futuro 😅

    Piace a 1 persona

  11. Stefania ha detto:

    Nonostante sia stata a Genova un’infinità di volte non ho visitato molte delle attrazioni che hai elencato, in compenso sarò stata almeno 4 volte a Palazzo Ducale in occasione di mostre 🙂 Sai che Genova, secondo me, non è molto considerata come meta turistica, rispetto ad altre città, pur offrendo tantissime cose da vedere, primi su tutti i bellissimi palazzi dei Rolli.

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Palazzo Ducale ospita spesso mostre bellissime 🙂 Sono pienamente d’accordo con te, purtroppo il potenziale turistico di Genova viene sottovalutato, ci sono tantissime attrattive, sia artistiche che naturalistiche nei dintorni. Spero, nel mio piccolo, di avere contribuito a incuriosire chi ancora non c’è stato o chi ci tornerà 🙂

      "Mi piace"

  12. Denise ha detto:

    In effetti ho un’amica che vive a Genova e si lamenta spesso del fatto che i genovesi siano scorbutici, o almeno hanno questa fama! In ogni caso si è innamorata pazzamente della Liguria!

    Piace a 1 persona

  13. Ale Carini ha detto:

    Ma ci credi che non sono mai stata a Genova!! Ho visitato diversi località della Liguria .. ma non sono mai stata a Genova. Pensare che mi piacerebbe moltissimo scoprirla ed esplorare i suoi pittoreschi vicoli. Trovo che in generale la Liguria sia una Regione veramente bellissima e che mi piacerebbe scoprire di più!

    Piace a 1 persona

  14. Sara ha detto:

    Che bella Genova, io ci sono stata diverse volte ma sempre di sfuggita e non ho mai avuto l’occasione di approfondire la conoscenza di questa città! Non immaginavo nemmeno avesse tutte queste belle cose da vedere! Credo che la terrò in considerazione per un bel week end primaverile!

    Piace a 1 persona

  15. Hartine Benussi ha detto:

    Che info utili! Sono stata a Genova anni fa e mi ero promessa di ritornare perché è la città stessa molto carina, mi sono piaciuti particolarmente i carruggi ….. spero di riuscire quest’anno 🙂

    Piace a 1 persona

  16. antomaio65 ha detto:

    Brava brava brava! Genova è una città stupenda che ti affascina e ti seduce solo se la conosci da dentro, si svela con parsimonia ma poi ti conquista. Bellissima la tua proposta di itinerario, aspetto prossime mete insolite!

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Grazie! Ci tenevo molto a “sponsorizzare” nel mio piccolo la mia città, hai centrato il punto: per apprezzarla davvero bisogna provare a conoscerla, passeggiare nei suoi vicoli, respirare l’aria salmastra e…abbandonare i preconcetti sulla scontrosità dei genovesi 🙂

      "Mi piace"

  17. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Forse ti ho già detto che pur abitando in Piemonte non conosco per niente Genova? Una volta in gita alle elementari (giornata parecchio sfortunata, durante la quale non riuscimmo nemmeno a entrare all’acquario…) e una volta per lavoro. Almeno la seconda volta sono poi riuscita a vedere l’acquario e il porto antico, a fare una passeggiata tra i carrugi e a pranzare in una trattoria dove abbiamo mangiato delle trofie che ricordo ancora oggi.
    Boccadasse però non l’ho vista e penso che sarà il primo posto dove andrò appena tornerò a Genova. E il palazzo reale, che spettacolo!

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Mi ricorda un po’ la mia esperienza con Torino, che nonostante la vicinanza non ho mai visitato come vorrei (la prima volta c’ero stata in gita alle elementari e la seconda, poche settimane fa, per una toccata e fuga tra Museo Egizio e Museo del Cinema). Dobbiamo assolutamente rimediare 🙂 Boccadasse è uno dei miei luoghi preferiti a Genova, mentre Palazzo Reale non lo conoscono in molti, invece è un gioiellino che sono sicura ti piacerebbe!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...