palazzina caccia stupinigi

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI, UNA RESIDENZA DA NON PERDERE

Primavera per me è sinonimo di viaggetti low cost, gite fuori porta e weekend a poche ore d’auto da casa alla scoperta di tesori italiani a portata di tempo e budget.  Vista la mia passione per le dimore reali, nel mese di maggio io ed Enri abbiamo scelto di trascorrere un sabato in Piemonte (in cui avevamo già visitato la Reggia di Venaria e il Castello di Agliè). Dopo avere visto il Castello di Racconigi, abbiamo dedicato il pomeriggio alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, che mi incuriosiva da tempo.

palazzina caccia stupinigi

La Palazzina di caccia di Stupinigi

Si tratta di una delle residenze che i Savoia fecero costruire nel corso del XVII secolo poco lontano da Torino per contrastare la minaccia dei francesi, dimostrando la loro egemonia sul Piemonte e dando lustro all’immagine della casata. Stupinigi si trova a Nichelino, a mezz’ora d’auto da Torino, e fu edificata per ospitare gli svaghi dei Savoia e della loro corte, in particolar modo per dedicarsi alla caccia, come testimonia il cervo posto sulla sommità dell’edificio. Sebbene fosse stata concepita con questo intento, gli interni presentano una ricchezza degna di una reggia dovuta all’intervento successivo di Filippo Juvarra, celebre architetto che fu incaricato di rendere sfarzose le proprietà della famiglia.

La Palazzina di Caccia di Stupinigi è un trionfo barocco, con un ambiente centrale di forma ellittica intorno al quale si sviluppano quattro bracci in cui sorgono gli appartamenti. Oltrepassata la biglietteria, al centro della prima stanza si incontra il cervo originale, realizzato nel 1776, mentre quello che si vede all’esterno, sopra la cupola, è una copia. Segue la biblioteca, preceduta dall’antibiblioteca, caratterizzata da boiserie sui toni dell’azzurro e dell’oro.

biblioteca stupinigi

La biblioteca

sala del cervo Stupinigi

La Sala del Cervo

La Sala degli Scudieri è la stanza che precede il Salone Centrale: il colore dominante è l’azzurro intenso e le scene affrescate riguardano le fasi della caccia al (povero) cervo, spiegate con chiarezza anche dall’audioguida.

stupinigi palazzina caccia

La Sala degli Scudieri

Il cuore dell’edificio è il Salone Centrale, una stanza di forma ovale sormontata da una cupola che lascia letteralmente a bocca aperta! Nato per ospitare ricevimenti e balli, il salone presenta uno spazio per l’orchestra, un affresco sulla volta che raffigura il Trionfo di Diana ed elementi architettonici e decorativi che creano illusioni ottiche di profondità. E’ una di quelle stanze in cui non si sa da dove cominciare a fotografare! 🙂 Ovviamente gli immancabili cervi sono presenti nelle applique. Il salone è senza dubbio l’ambiente più teatrale e scenografico della palazzina.

stupinigi cosa vedere

Il Salone Centrale della Palazzina di Stupinigi

Si giunge così alla Cappella di Sant’Uberto, posizionata in uno dei bracci, e agli sfarzosi Appartamenti del Re e della Regina.

stupinigi quando andare

Cappella di Sant’Uberto

appartamenti re stupinigi

Gli sfarzosi appartamenti del re e della regina

L’ultima parte del percorso conduce nell’Appartamento di Levante (detto anche del Duca). Si tratta di una serie di stanze raffinate, dalla camera da letto alla Sala da Gioco, passando per la Sala del Bonzanigo, la Sala delle Prospettive e l’originale Sala degli Specchi, in stile rococò, in cui frammenti di specchi ornano il soffitto. A Stupinigi alloggiò per una decina di giorni anche Napoleone Bonaparte e nel Gabinetto di Paolina Borghese si può vedere la vasca da bagno in marmo che sua sorella – governatrice del Piemonte insieme al marito -, utilizzò.

sala da gioco stupinigi

La Sala da Gioco

sala degli specchi stupinigi

La Sala degli Specchi

Gabinetto di Paolina

Gabinetto di Paolina Borghese

La visita si conclude in senso circolare, ricongiungendosi con l’iniziale Sala del Cervo, dalla quale è possibile accedere al cortile. E’ stato un peccato invece non potere passeggiare nel parco (non visitabile quel giorno), dovendoci accontentare di qualche scatto “rubato” ai giardini attraverso le finestre delle sale.

parco stupinigi

I giardini della Palazzina di caccia di Stupinigi

Palazzina di Caccia di Stupinigi – Informazioni utili e consigli di visita

Costo del biglietto: il biglietto d’ingresso alla palazzina costa 12,00 €. Per il parco occorre un biglietto separato.

Tipologia di visita: in autonomia con audioguida compresa nel prezzo del biglietto. L’audioguida consiste in uno smartphone su cui è caricata la spiegazione di ogni stanza sotto forma di playlist.

Orari: potete consultare il sito ufficiale 

Parcheggio: noi abbiamo parcheggiato gratuitamente in prossimità della palazzina, nella strada proprio di fronte al viale d’ingresso. Pur essendo sabato non abbiamo avuto alcun problema.

Fotografie: consentite in tutta la palazzina, senza flash.

Consigli di visita: noi abbiamo trovato ottimale visitare la Palazzina nell’ora di pranzo, in modo da poter fotografare le stanze in piena calma in tutta la loro bellezza. Il biglietto, paragonato ad altri castelli sabaudi, può risultare un po’ costoso, ma a mio avviso lo splendore delle stanze (e, immagino, i conseguenti costi per mantenerle in condizioni ottimali) giustifica il prezzo dell’ingresso, che comunque comprende anche l’audioguida.

Potrebbe interessarvi anche…

RESIDENZE SABAUDE: LA RINASCITA DELLA REGGIA DI VENARIA REALE

DA RIVOMBROSA…AL CASTELLO DI AGLIE’

ALLA CORTE DI FRANCIA: IL CASTELLO REALE DI FONTAINEBLEAU

PALAZZO REALE: LO SPLENDORE DELLA GENOVA BAROCCA

12 pensieri su “PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI, UNA RESIDENZA DA NON PERDERE

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Mi è piaciuta molto, è decorata e arredata magnificamente, proprio come una reggia. Peccato non essere riuscita a visitare il parco, che quel giorno era chiuso, ho soltanto approfittato degli scorci dei giardini che si vedevano dalle finestre per qualche scatto 😉

      Piace a 1 persona

  1. L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:

    Mannaggia, dei palazzi reali Piemontesi ho soltanto la sagoma della Reggia di Venaria vista dal finestrino dell’aereo atterrando a Torino! E che meraviglia per essere un casino di caccia. Dalle tue foto vedo che ha degli interni pazzeschi (per non parlare dei giardini esterni), niente da invidiare alla nostra Reggia di Caserta insomma! Buona domenica! 🙂

    "Mi piace"

  2. Simona ha detto:

    Che interni sontuosi e opulenti! Personalmente adoro visitare le antiche dimore. Non conoscevo la palazzina di Stupinigi, devo assolutamente inserirla nella mia bucket list 😊. Grazie per il suggerimento.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...