madrid cosa vedere

MADRID, CHE SORPRESA! CONSIGLI PER ORGANIZZARE IL VIAGGIO

Madrid non era nei miei programmi estivi, almeno fino a due settimane prima del decollo. Sfumata la possibilità di un viaggio con Enri, visto che non avremmo avuto ferie in comune, ho rivolto il mio miglior sguardo pietoso alla  seconda vittima del mio moto perpetuo in viaggio: mio fratello. Mi avrebbe “sopportata” anche in estate, oltre alla nostra ormai tradizionale fuga invernale? Scorto uno spiraglio, mi sono aggrappata a Skyscanner, ma il mio compagno di viaggio aveva posto un paletto importante: partenza solo da Genova, possibilmente destinazione di mare.

Appurato che partire ad agosto per un’isola greca con così poco preavviso avrebbe praticamente prosciugato il nostro budget soltanto col volo, ho ricevuto il via libera per una meta non lambita dal mare. La nuova rotta Genova-Madrid con collegamenti settimanali ad un prezzo invitante ha fatto il resto, anche se restavano alcune perplessità: troppo caldo a Madrid ad agosto? Una settimana, per me che provengo da anni di tour de force, sarebbe stata troppa? Sarei riuscita a pianificare l’itinerario in tempo? La voglia di partire era troppa e la mia coscienza ha convenientemente trovato le risposte che cercava: un hotel con piscina sulla terrazza poteva offrire refrigerio nelle ore più calde e poi per una volta avrei potuto rallentare i ritmi, improvvisando di più in base all’ispirazione del momento.

madrid cosa vedere

Madrid – Puerta del Sol e l’orso con il corbezzolo, simbolo della città

Ebbene, la capitale spagnola mi ha sorpresa e conquistata! Elegante, ma allo stesso tempo piena di vita, con le sue piazze in cui gli artisti di strada si esibiscono regalando ogni sera uno spettacolo diverso. Ricca di arte con splendidi musei e case-museo sorprendenti, di stadi da visitare, di parchi e giardini in cui passeggiare e cibi sfiziosi da gustare. Se avete in programma un viaggio in terra madrilena, in questo primo post troverete alcuni consigli utili per organizzarlo.

Quando andare? Madrid è caratterizzata da un clima continentale, pertanto piuttosto rigido in inverno e molto caldo d’estate. Le stagioni ideali per visitarla sono la primavera o l’autunno ma, contrariamente a quanto pensavo, ad agosto non abbiamo sofferto troppo la temperatura (sempre intorno ai 35°). Si tratta infatti di un caldo secco, quasi privo di umidità, quindi i gradi percepiti sono sempre 4-5 in meno rispetto a quelli indicati dal termometro. La sera il clima era piacevolmente ventilato.

madrid cosa vedere

Parco del Retiro

Collegamenti dall’aeroporto al centro: noi per comodità abbiamo optato per il transfer organizzato dall’hotel (€ 30,00 diurno, € 35,00 notturno), ma esistono soluzioni low-cost. La linea 8 della metro, infatti, collega comodamente l’aeroporto al capolinea di Nuevos Ministerios, dal quale si può proseguire con la linea 10 o la 6 per il centro. Alle biglietterie automatiche occorrerà indicare la stazione di discesa e in automatico verrà calcolato il supplemento per la tratta dall’aeroporto. Un’alternativa è costituita dal bus espresso, il cui biglietto costa 5,00 € e può essere fatto al momento della salita. Si tratta di autobus di colore giallo e la tratta fino alla stazione di Atocha dura circa 40 minuti. Esistono anche autobus urbani che arrivano all’aeroporto, come la linea 200 e 101. Utilizzare il taxi costa circa 30,00 €.

Dove alloggiare? Alloggiare in centro vi permetterà di visitare la città quasi interamente a piedi. Noi abbiamo soggiornato all’hotel Santo Domingo, di fronte all’omonima fermata della metro e a pochi minuti da Puerta del Sol. Quest’ultima è una zona strategica dove alloggiare, così come la Gran Via.

Come muoversi? Prevalentemente a piedi, sia per entrare nello spirito della città sia perché i principali punti di interesse non sono troppo distanti gli uni dagli altri. La metro vi servirà invece sicuramente per raggiungere gli stadi di Real Madrid e Atlético Madrid e per arrivare alla Plaza de Toros de las Ventas.

plaza de toros madrid

Plaza de Toros de las Ventas

Come funziona la Metro? Corse frequenti e un addetto sempre presente alle biglietterie automatiche qualora aveste problemi: la metro di Madrid è efficiente e molto comoda. Composta da 12 linee, offre la possibilità di viaggiare attraverso una tessera non nominativa, che si acquista direttamente in stazione. I biglietti, sia singoli che combinati, saranno caricati sempre sulla tessera (tarjeta multi), che è utilizzabile da più persone fino all’esaurimento del numero di corse caricate. E’ possibile acquistare biglietti da 10 viaggi (€ 12,20), mentre il biglietto singolo costa € 1,50 fino a cinque stazioni, ai quali vanno aggiunti 0,10 € per ogni stazione successiva. E’ sufficiente digitare la stazione di discesa sul terminale e visualizzerete il totale del viaggio.

Cosa mangiare? La cucina madrilena è appetitosa, con le sue tapas, la cioccolata calda con i churros (divina!), lo jamon (prosciutto crudo spagnolo molto saporito), bocadillo de calamares, patatas bravas, tortillas ed empanadas. Pur non essendo una città di mare, ho trovato molto gustose sia la paella che il polpo. Per saperne di più, qui trovate un post dedicato -> DOVE MANGIARE A MADRID

Cattedrale Almudena madrid

La Cattedrale dell’Almudena

palazzo reale madrid

Il Palazzo Reale di Madrid

Visite gratuite ai musei – Se volete risparmiare, segnatevi date e orari in cui i principali musei di Madrid sono aperti gratuitamente al pubblico: Prado -> dal lunedì al sabato dalle 18:00 alle 20:00, domenica dalle 17:00 alle 20:00. Reina Sofia -> dal lunedì al sabato dalle 19:00 alle 21:00, domenica dalle 13:30 alle 19:00 (chiuso il martedì). Thyssen-Bornemisza -> il lunedì dalle 12:00 alle 16:00. Palazzo Reale -> dal lunedì al giovedì dalle 16:00 alle 18:00 da ottobre a marzo e dalle 18:00 alle 20:00 da aprile a settembre. Per valutare se usufruirne, mettete in conto, però, la coda all’ingresso (motivo per cui abbiamo scelto di visitare il Prado acquistando i biglietti online, ad esempio).

Per quanto riguarda l’itinerario, vi consiglio di trattenervi almeno 4 giorni (3 se non siete particolarmente interessati ai musei o allo stadio Santiago Bernabeu, ma vale la pena visitarli). Presto vi darò tutti i dettagli del percorso che abbiamo seguito, cogliendo l’occasione per perdermi ancora una volta tra le piazze assolate, gli edifici maestosi, le note dei diversi generi musicali che si fondono per strada, la pace dei giardini e la spensieratezza che Madrid ha saputo, inaspettatamente, regalarmi.

Potrebbe interessarvi anche…

DOVE MANGIARE A MADRID: tapas, churros, jamón e non solo

COSA VEDERE A MADRID: il nostro itinerario (1° parte)

ITINERARIO A MADRID (parte 2): Stadio Bernabeu, Thyssen-Bornemisza, Prado e Atocha

TARRAGONA, DOVE IL MARE INCONTRA L’ARTE

 

26 pensieri su “MADRID, CHE SORPRESA! CONSIGLI PER ORGANIZZARE IL VIAGGIO

  1. Simone ha detto:

    Madrid ha sorpreso anche me. Ero andato lì solo per vedere il Prado ma poi alla fine ho apprezzato la sua eleganza, il suo essere imperiale, lontano dal caos barcellonese. Vedere poi da vicino La Guernica al Reina Sofia poi mi ha molto emozionato.

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Sono d’accordo con te, è stata una piacevolissima sorpresa. Ero partita con aspettative basse, proprio perché era una meta decisa all’ultimo e meno pianificata rispetto al mio solito, e come te ero soprattutto interessata al Prado. Invece mi sono dovuta ricredere e mi è piaciuta più di Barcellona!

      Piace a 1 persona

  2. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Ti capisco bene perché quando il mio compagno non ha le ferie e io sì, allora “costringo” mio fratello a partire con me 😂
    Madrid mi ispira davvero tanto e l’idea dell’hotel con piscina mi sembra ottima, visto il caldo. Per me sarebbe perfetta in questa stagione visto che sopporto poco queste temperature estive.
    I churros con la cioccolata: ma quanto sono buoni???

    Piace a 1 persona

  3. lostindestination ha detto:

    Sono stata a Madrid in quasi tutte le stagioni (mi manca solo l’estate) e l’ho amata sempre e comunque. E’ una città piena di vita e di chiasso. Dicono che Las Vegas sia la città che non dorme mai. Ecco, allora Madrid è la città dove non si dorme mai…di notte!

    Io adoro la Chueca, il Reina Sofia, le tapas fino a tarda ora, il Parco del Retiro, la gente sempre per strada e il silenzio surreale durante le ore della siesta.

    A chi mi chiede perchè ci sono tornata tre volte, rispondo sempre che Madrid vale la pena di essere vissuta stando per un po’ immobili lungo uno dei viali principali o in Puerta del Sol osservando quello che ti capita accanto.
    Stupenda davvero.

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Mi ha davvero sorpresa, condivido le tue considerazioni! Anche a me è piaciuto molto sedermi intorno alla fontana in Puerta del Sol e perdermi nel vociare della gente intorno a me, poi la musica nelle vie del centro, le tapas sfiziosissime, il Prado, i palazzi della Gran Via illuminati la sera, la tranquillità del Parco del Retiro nelle ore più calde… Non potrei fare a meno di consigliarla a chi non l’ha ancora visitata!

      "Mi piace"

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Diciamo che non era fresco, ma sicuramente molto più sopportabile di quel che pensavo 🙂 Con qualche piccolo accorgimento (ad esempio visitare un museo o un parco ombreggiato nelle ore più calde), è fattibilissima anche ad inizio agosto! Grazie a te!

      "Mi piace"

  4. Veronica ha detto:

    A Madrid non sono mai stata ma continuano tutti a dirmi che è molto bella… Non sarebbe male approfittare del volo da Genova e decidermi finalmente a visitarla! Mi salvo il tuo articolo, utilissimo!

    "Mi piace"

  5. MARTINA BRESSAN ha detto:

    Non sono ancora stata a Madrid, ne ho sempre sentito parlare molto bene, ma non aveva mai particolarmente conquistato la mia attenzione.
    Ho una domanda per quanto riguarda il budget, è una città costosa? Ho capito che i musei si possono visitare gratis in certi momenti, e la metro ha costi in linea con le altre capitali europee, più o meno, per quanto riguarda il cibo?
    P.s. Quando ho letto “cioccolata calda con i churros” mi è venuta voglia di comprare subito un biglietto…

    "Mi piace"

  6. elilovestravelling ha detto:

    Madrid non mi verrebbe mai in mente per un viaggio però dopo aver letto i tuoi post potrei farci un pensierino, sembra una città interessante e vivace!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...