laghi di plitvice percorsi

CROAZIA ON THE ROAD: ITINERARIO DA PLITVICE A DUBROVNIK

Dopo avere visitato la verde Slovenia in un itinerario di 7 tappe, abbiamo proseguito la nostra vacanza on the road spostandoci in Croazia. La Croazia offre molteplici attrattive, dai parchi naturali caratterizzati da cascate, laghi e corsi d’acqua limpidissimi, a città che custodiscono centri storici patrimonio dell’UNESCO, passando per isole e località di mare, che spiccano non tanto per le spiagge (per lo più di scogli, ghiaia o piattaforme), quanto per acqua pulita e borghi pittoreschi in cui gustare pescato fresco o cevapcici. Per la nostra prima volta in Croazia, abbiamo scelto quattro tappe: due Parchi Nazionali (i Laghi di Plitvice e le Cascate del Krka) e due città (Dubrovnik e Spalato), rimanendo spesso letteralmente a bocca aperta di fronte alle meraviglie naturali o storiche che abbiamo incontrato! Non mi resta che anticiparvi l’itinerario, corredato da alcuni consigli utili per la pianificazione del viaggio, per poi approfondire nei prossimi giorni ogni singola tappa con tante immagini e tutte le informazioni che potrebbero esservi utili.

PARCO NAZIONALE DEI LAGHI DI PLITVICE (Plitvicka Jezera) – Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è senza dubbio una delle meraviglie della natura che più mi hanno colpita sinora durante i miei viaggi. Si tratta di un’area formata da 16 laghi, suddivisi in Laghi inferiori e Laghi Superiori, i quali danno vita a cascate e rapide che scorrono in un contesto paesaggistico unico, tra fitte foreste. Sono previste diverse tipologie di percorso, che variano in base alle ore a disposizione e al modo in cui si vuole procedere (interamente a piedi, oppure con l’ausilio di battello elettrico o trenino-navetta in alcuni punti). Noi abbiamo optato per il più completo, di 18,3 km, ed è stata un’esperienza unica! Camminando su passerelle in legno si attraversano laghi dai colori incantevoli, che spaziano dal blu al turchese, all’acquamarina intenso. Volgendo lo sguardo ai lati dei sentieri, cascate, ruscelli e sorgenti vi daranno la sensazione di essere circondati dall’acqua, quasi parte di essa e della forza della natura che il parco sprigiona.

Laghi di Plitvice

Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice

laghi di plitvice percorsi

Le passerelle che collegano i Laghi Inferiori

PARCO NAZIONALE E CASCATE DI KRKA  – Nei pressi di Spalato si trova il Parco Nazionale di Krka, con le sue cascate e i suoi percorsi naturalistici. Meno esteso rispetto a Plitvice, vale comunque decisamente la visita in quanto si tratta di tipologie di paesaggi e parchi diverse. Anche in questo caso si procede attraverso passerelle in legno che seguono il corso del fiume Krka e delle cascate che esso forma. La particolarità è che è possibile fare il bagno ai piedi della cascata di Skradinski Buk, che si estende per 800 metri con salti notevoli. Inoltre, all’interno del parco sono presenti inoltre un’ex centrale idroelettrica e un villaggio etnico in cui viene spiegato il funzionamento degli antichi mulini e la vita rurale di un tempo.

Skradinski Buk Krka

Skradinski Buk, la serie di cascate più famosa del Parco di Krka

DUBROVNIKDubrovnik è entrata ufficialmente a fare parte delle mie città preferite! Fin dal primo sguardo cattura perché il tempo sembra essersi fermato: catapultati in un’atmosfera medievale, vi sentirete in un’altra epoca o – se seguite la serie TV – sul set di Game of Thrones, visto che molte scene dello show sono state girate nella città croata (parte delle scene ambientate ad Approdo del Re, la Fortezza Rossa e la Casa degli Eterni, ad esempio). Il centro storico è un gioiellino ed è possibile passeggiare lungo l’intera cinta muraria che circonda la città vecchia. Dall’alto delle mura, si resta stupefatti di fronte alla bellezza del paesaggio, alle vedute del centro storico, agli scorci sull’isola di Lokrum e sulle fortezze, come quella di Lovrijenac. In assoluto una delle visite più piacevoli e sorprendenti che io abbia mai fatto! Non dimenticate, infine, di vedere la città da un’altra prospettiva: salite sulla funivia, che in pochi minuti vi condurrà in cima al monte Srđ, offrendovi un punto panoramico eccezionale sul litorale, sulla città racchiusa dalle mura e sulla vicina isola di Lokrum!

dubrovnik funivia

Dubrovnik e l’isola di Lokrum viste dalla funivia

dubrovnik mura

Fort Lovrijenac visto dalle mura

SPALATO – Ultima tappa in terra croata, visto che abbiamo scelto di rientrare con il traghetto per Ancona per poi proseguire in auto sino a Genova. Spalato è una bellissima città marittima, con un vivace lungomare con palme e locali (la Riva), ma soprattutto con un centro storico di incredibile valore. L’area che oggi racchiude il centro storico è costituita dai resti di quello che fu il magnifico (e immenso) Palazzo di Diocleziano. Oggi, oltre al Duomo, al campanile che svetta sulla città e al Tempio di Giove, è possibile visitare i sotterranei di quello che fu il palazzo dell’imperatore romano. Una visita particolarmente suggestiva, in cui si respira un’atmosfera dove si mescolano storia e fantasia: qui infatti sono state girate altre scene de “Il trono di spade“, visto che i sotterranei sono stati scelti come Sala del Trono di Daenerys a Meereen e prigioni per i suoi draghi! Appassionati della serie, mentre deviate i numerosi crocieristi che invadono le stradine del centro storico, guardatevi intorno: riconoscerete anche molti dei vicoli stretti di Approdo del Re!

diocleziano spalato

I sotterranei del Palazzo di Diocleaziano, a Spalato

Consigli utili per l’organizzazione del viaggio

Croazia ad agosto, premesse e consigli: ad agosto la Croazia è particolarmente affollata e la temperatura può diventare piuttosto afosa. Considerando queste due premesse, comprenderete che le code (per strada e all’accesso di parchi e monumenti), possono diventare logoranti e difficili da sopportare. Noi, scendendo dalla Slovenia, abbiamo viaggiato senza difficoltà verso Plitvice, Krka e Dubrovnik, trovando però traffico risalendo da Dubrovnik a Spalato e all’interno della stessa Spalato. Le “partenze intelligenti” sono fondamentali: alzatevi di buon mattino, in modo da visitare le città principali e i parchi prima che arrivino la maggior parte dei turisti, eviterete così le code e riuscirete a scattare bellissime foto, senza dovere deviare continuamente teste e braccia con il vostro zoom! Abbondate con le scorte di acqua e succhi di frutta, soprattutto passeggiando a Dubrovnik, dove le temperature possono diventare davvero bollenti!

Come arrivare: l’auto è il mezzo migliore per spostarsi in libertà da una zona all’altra del Paese. L’autostrada è a pedaggio, come in Italia. Cercate di non andare mai in riserva, facendo rifornimento a tempo debito: sulle autostrade le stazioni di servizio non sono molte. Se preferite arrivare via mare, sono previsti collegamenti Ancona-Spalato (SNAV, Jadrolinija) o Bari-Dubrovnik. Una terza opzione può essere arrivare all’aeroporto di Spalato e noleggiare un’auto.

Moneta: la moneta ufficiale croata è la kuna. Un euro ad oggi corrisponde a circa 7,5 kune (ndr cambio ad agosto 2018). E’ possibile pagare anche con carta di credito e in alcuni luoghi in euro, ma è conveniente utilizzare la moneta locale in quanto il resto viene dato sempre in kune e il cambio è svantaggioso pagando in euro poiché approssimato per eccesso. Noi siamo partiti dall’Italia con buona parte dei soldi già cambiati dalla nostra banca, ma potete farlo anche in loco negli uffici di cambio, prelevando dai Bancomat e nei camping e alberghi che offrono questo servizio (in genere trattenendo una commissione del 2-2,5%). Una curiosità: sapevate che spesso d’estate il governo croato decide di aumentare il valore della kuna per “approfittare” dell’afflusso di turisti?

krka

La splendida cornice del Parco Nazionale di Krka

Costi ingressi e parcheggi: i costi per la visita di parchi e monumenti sono in linea con quelli italiani (mentre quelli legati al vitto spesso convenienti). Per farvi un esempio, l’ingresso ai Laghi di Plitvice in alta stagione costa 250 kune (ossia circa € 35,00), quello al Parco di Krka 200 kune (circa € 30,00, in questo caso eventuali escursioni escluse). Attenzione ai parcheggi in zona Dubrovnik, possono raggiungere costi molto elevati! Noi per un paio d’ore in un garage a dieci minuti dal centro storico abbiamo speso circa 18,00 €. A Spalato invece il parcheggio sulla Riva, ossia il lungomare, si è rivelato inaspettatamente molto economico ed onesto (circa € 2,00 l’ora).

Orari di banche e uffici postali: le banche sono aperte dalle 8.00 alle 19.00 nei giorni feriali e il sabato dalle 08.00 alle 13.00, mentre gli uffici postali dalle 7.30 alle 19.00 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8.00 alle 12.00.

Dove alloggiare: in Croazia oltre alle zone da noi visitate, c’è molto da vedere. L’ideale è quindi concentrarsi su una regione specifica (Istria, Dalmazia o zona di Dubrovnik ad esempio), oppure prevedere più alloggi. L’ideale è trascorrere almeno una notte nei pressi di Plitvice (in modo da effettuare la visita dal mattino presto, occupando l’intera giornata), almeno una a Dubrovnik e usare Spalato e dintorni come base per visitare la Dalmazia (mio fratello, ad esempio, soggiornò all’Isola di Pag spostandosi per escursioni giornaliere a Sibenik, Trogir e Krka). Nel nostro itinerario abbiamo trascorso due notti al camping Korana nei pressi di Plitvice, una al camping Sunny Solitudo a Dubrovnik e una al camping Stobrec, a pochi chilometri dal centro storico di Spalato.

Cosa mangiare: dai cevapcici (sorta di polpettine cilindriche speziate) ai lignje (calamari impanati e fritti), la Croazia offre scelta di piatti sia di carne che di pesce. Nei supermercati mi ha invece incuriosita il “Kulen”, una salsiccia alla paprika conservata per 9 mesi e spesso servita con formaggio, pomodori, peperoni o verdure sottaceto.

Cosa fare se si dispone di più giorni: se avete più tempo a disposizione, potete dedicarvi all’esplorazione delle isole che compongono l’arcipelago croato. La più famosa probabilmente è Brac, con la più celebre spiaggia di sabbia della Croazia, Bol, una sorta di lingua di sabbia che avrete sicuramente visto in molte immagini turistiche. Tra le altre isole, Krk, Pag, Rab e la tranquilla Vis. Tornando sulla terraferma, valgono la visita Trogir (centro storico Patrimonio dell’UNESCO), Zara con le sue originali installazioni (l’Organo Marino e il Saluto del Sole), Pola con la sua arena romana e Rovigno, da utilizzare come basi per scoprire la vicina Istria e i suoi borghi.

Siti utili per pianificare il viaggiowww.croazia.info

Potrebbe interessarvi anche…  

LAGHI DI PLITVICE: PERCORSI, INFORMAZIONI E CONSIGLI PER VISITARE UN PARCO SPETTACOLARE

PARCO E CASCATE DI KRKA, GUIDA E CONSIGLI DI VISITA

SLOVENIA ON THE ROAD: ITINERARIO e LUOGHI DA NON PERDERE

24 pensieri su “CROAZIA ON THE ROAD: ITINERARIO DA PLITVICE A DUBROVNIK

  1. La valigia di Cassandra ha detto:

    Ciao Sere! Non vedevo l’ora di leggere questo itinerario!
    Sogno le cascate di Plitvice da un bel po’…devono essere fantastiche! A Dubrovnik, invece, ci sono stata, ma soltanto come tappa di una crociera; e ho sentito anch’io che i parcheggi sono carissimi!
    Cmq mi è piaciuta tantissimo e spero di poter visitare presto tutta la Croazia, zone interne comprese!
    Un bacio

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Ciao! I Laghi di Plitvice sono uno posti più spettacolari che mi sia capitato di vedere, ti piacerebbero sicuramente! Il parcheggio di Dubrovnik era salato…ma la città era così bella da ripagare qualunque esborso 😉 Un bacione!

      "Mi piace"

  2. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Una guida veramente utile! Nel senso che “copierò” le tue tappe quando riuscirò a fare questo on the road.
    Dubrovnik mi ispira tantissimo; Spalato l’ho vista solo dai finestrini del taxi dall’aeroporto al porto quando sono andata sull’isola di Brac, e quel poco che ho visto mi ha incuriosita molto.
    Ma non sapevo che nei mesi estivi aumentassero il valore della kuna! Glielo perdoniamo proprio solo perché hanno dei posti bellissimi 😉

    Piace a 1 persona

    • SognandoViaggi ha detto:

      Entrambi sono dei bellissimi parchi, ma dovendo scegliere ti consiglierei assolutamente i Laghi di Plitvice! Sono uno dei luoghi naturalisticamente più spettacolari che mi sia capitato di vedere in Europa e se ti piace camminare sarà una giornata indimenticabile! Ho scritto un post raccogliendo informazioni utili e consigli, se ti va dai un’occhiata per farti un’idea sulla visita 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...