7 MODI PER VIAGGIARE…RESTANDO A CASA

Vorremmo essere perennemente in viaggio, ma non sempre è possibile partire. Motivi economici, lavorativi, familiari o di salute possono costringerci a rivedere i nostri piani, mentre i sogni si depositano sul fondo del cassetto in cui li custodiamo. Quel cassetto, tuttavia, non deve essere chiuso a chiave, ma dobbiamo partire dal presupposto che si tratti di un periodo transitorio e, gradatamente, riusciremo a partire verso quella destinazione che ci incuriosisce tanto. Ma nel frattempo, come fare a combattere la crisi d’astinenza da viaggi? Mi sono resa conto che senza accorgercene spesso viaggiamo anche quando siamo fermi, soprattutto grazie alla fantasia e alla tecnologia. Vi propongo alcuni modi per non smettere di sognare un nuova meta anche nei periodi più critici!

cherries

1) LIBRI – Leggere consente di evadere dalla quotidianità e proietta verso nuovi mondi. Sulle ali della fantasia possiamo solleticare la nostra voglia di conoscere nuovi luoghi, attratti dall’ambientazione di un romanzo che ci ha particolarmente colpiti. Si può sognare l’Inghilterra austeniana leggendo “Orgoglio e pregiudizio”, la Scozia attraverso la saga di “Outlander”, New York o Londra sfogliando le pagine di uno dei romanzi che spesso sono ambientati nelle metropoli o immergersi nell’atmosfera di una cittadina americana di periferia in cui si svolge un thriller. Una saga che mi ha particolarmente colpita è quella delle “Sette sorelle”: ogni storia ripercorre le origini di una delle protagoniste, che scopriranno di avere radici in luoghi molto lontani rispetto alla Svizzera in cui sono cresciute dopo l’adozione. Dal Brasile all’epoca della costruzione della statua del Cristo all’Australia degli aborigeni, passando per la Thailandia e la Norvegia, mi sono ritrovata a sognare di visitare quei Paesi così affascinanti e ben descritti.

Se i romanzi non fanno per voi, potete acquistare una guida cartacea o, per una soluzione completamente gratuita, recarvi in biblioteca, iniziando ad informarvi su una destinazione che vi ha incuriositi. Quando sarà il momento di partire, avrete già un buon bagaglio di informazioni sull’itinerario o la cultura locale!

“Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso”.
(Fabrizio Caramagna)

2) FILM E SERIE TV – Oltre ai libri, anche il cinema e le serie TV sono terreno fertile per i sognatori e i viaggiatori. Quante volte di fronte allo schermo abbiamo esclamato: “Che meraviglia! Vorrei andarci!”. Anche in quel caso stiamo viaggiando con la fantasia e stiamo nutrendo l’anima fuggendo dalla concretezza della quotidianità, in attesa che i sogni possano diventare realtà. Le location suggestive non mancano nei fantasy (“Game of Thrones”, ad esempio), ma anche un period drama come “Poldark”, ambientato in Cornovaglia, potrebbe alimentare la vostra voglia di visitare altri Paesi. In generale, le serie tv britanniche, ad esempio, sono particolarmente attente alla fotografia e all’ambientazione.

Fare cinema non è fotografare la realtà, ma fotografare la fotografia della realtà.
(Stanley Kubrik)

3) SITI E GRUPPI DI VIAGGIO – Internet può essere un meraviglioso mezzo di locomozione quando non ci si può spostare. Le opportunità sono innumerevoli: siti specializzati, blog di viaggi, canali YouTube, forum e gruppi in cui scambiarsi consigli e suggerimenti, social network. Si possono fare nuove conoscenze e si può carpire qualche consiglio utile dai viaggiatori più esperti. Molti musei consentono di partecipare a dei veri e propri tour virtuali attraverso il loro sito ufficiale. Prendete carta e penna (o aprite Word) e appuntate tutto ciò che vi colpisce, potrebbe esservi utile quando ricomincerete a viaggiare! E’ importante, tuttavia, farne un uso consapevole: per domande specifiche (ad esempio sulle condizioni sanitarie e di sicurezza di un Paese), meglio consultare siti ufficiali specializzati come Viaggiaresicuri, anziché affidarsi ai soli consigli dei viaggiatori. Chiedete, leggete e soprattutto…verificate attraverso le vostre ricerche le informazioni raccolte.

“E’ bello poter comunicare via digitale con altre persone sparse nel mondo”. (Jared Leto)

person pointing at black and gray film camera near macbook pro

4) FOTOGRAFIE – Amo fotografare e stampare le foto più belle una volta tornata da un viaggio. Nelle giornate fredde e piovose o nei periodi in cui non viaggio, mi diverte sfogliare uno dei vecchi album o riguardare le immagini della vacanza più recente. Se la stampa per voi è troppo demodé, potete impiegare un po’ di tempo libero nell’editare le foto (magari togliendo eventuali macchie sull’obiettivo o sistemandone la luminosità) e organizzare il vostro archivio sull’hard disk esterno. A tal proposito, ricordatevi di salvare le foto su più dispositivi: la tecnologia è comoda, ma nessun hardware è eterno, purtroppo!

Attraverso le foto scattate vi riempirete di ricordi positivi che, pur alimentando un po’ di nostalgia, vi daranno la positività giusta per rammentare che avete già molti motivi per essere felici e presto se ne aggiungeranno altri.

“Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi”

porto antico genova

5) FACENDO I TURISTI NELLA PROPRIA CITTA’ – Una soluzione pratica e low cost per non rinunciare del tutto alle benefiche sensazioni che proviamo quando viaggiamo. Tenete d’occhio i siti locali che informano su mostre, eventi e sagre che si svolgono nella vostra città, entrate in un museo di cui non avete mai varcato la soglia o che avete visitato molti anni prima. Anche un concerto può essere un ottimo modo di evadere.

In alternativa, passeggiate per le strade della vostra città guardandola con un occhio diverso, quello che le riservereste da turisti. Io lo faccio spesso durante i Rolli Days o in primavera, quando il clima invita a trascorrere più tempo all’aria aperta (magari scoprendo anche interessanti percorsi di trekking nei dintorni). Portate con voi la macchina fotografica o il cellulare e cominciate l’avventura!

Nota bene: questo articolo era nelle bozze da molto prima che iniziasse l’emergenza Coronavirus, quindi questo consiglio è da applicare soltanto quando il peggio sarà passato. Per ora, restiamo a casa per il nostro bene e per la salute di chi ci sta intorno!

“Ogni cento metri il mondo cambia” (Roberto Bolaño)

Bocadillo de calamares madrid

6) SPERIMENTANDO NUOVE RICETTE – Premettendo che io amo assaggiare, più che cucinare, penso che un’ottima idea per unire la passione per i viaggi a quella per la cucina sia sperimentare nuove ricette, meglio ancora se relative a piatti assaggiati durante viaggi precedenti. Cucina etnica o semplicemente proveniente da altre regioni d’Italia, da assaporare per ricordare le sensazioni che avevamo provato durante quella vacanza.

Se si ha in mente una meta in particolare, non ancora visitata ma nella nostra wish list, può essere divertente cimentarsi con un piatto in particolare o fare ricerche sul web sulle prelibatezze del Paese che vorremmo visitare, per iniziare a pregustare il viaggio che prima o poi riusciremo a mettere a punto.

Cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia”.
(Heinz Beck)

maldive atolli

7) PIANIFICANDO LA PROSSIMA META – In passato mi è capitato di non potere pianificare con anticipo un viaggio perché non sapevo effettivamente quando avrei avuto le ferie e se quel periodo avrebbe coinciso con le ferie di mio marito. Per non farmi cogliere impreparata, avevo comunque stilato diversi itinerari (una meta per dieci giorni di soggiorno, una fattibile in una settimana e un’idea solo per il weekend, nel caso in cui le rispettive ferie fossero state in periodi diversi). Con questo metodo, quando decidemmo di partire per il Salento sapevo subito in quale struttura avrei preferito alloggiare e quando abbiamo scelto di recarci in Slovenia e Croazia avevamo già una bozza di itinerario con le tappe principali.

Non sottovalutate il fatto che questo tipo di lavoro possa essere utile anche per un futuro più lontano: sono anni che ho una bozza di itinerario in Bretagna e Normandia e un’idea sulle tappe che vorrei visitare in Scozia, ma non demordo, prima o poi…

“I grandi viaggi hanno questo di meraviglioso, che il loro incanto comincia prima della partenza stessa. Si aprono gli atlanti, si sogna sulle carte. Si ripetono i nomi magnifici di città sconosciute”.
(Joseph Kessel)

CONSIGLIO BONUS – Spero che questa piccola carrellata di suggerimenti possa infondere un po’ di ottimismo nei periodi in cui i viaggi sembrano un miraggio. Mi sembra però doveroso ricordare che, seppur viaggiare sia splendido, non dobbiamo comunque farne un’ossessione. Al contrario, nei periodi in cui non viaggiamo dobbiamo fare tesoro dei momenti trascorsi con la nostra famiglia e dell’aspetto rassicurante dei piccoli gesti di tutti i giorni (una cena in famiglia in cui raccontarsi le rispettive giornate, una passeggiata con il cane, un film visto sul divano, un’aperitivo con gli amici, la favola serale raccontata ad un figlio, una serata di relax…). Attraverso la routine si apprezza il viaggio e in fondo anche un viaggio può avere il potere di farci apprezzare la quotidianità.

“La vita è un viaggio.
Le fermate migliori sono
le persone speciali”.
(Angelo De Pascalis)

Potrebbe interessarvi anche…

7 FALSI MITI SUI VIAGGI DA SFATARE

LA RICERCA DELLA FOTO PERFETTA E… ANNESSE NEVROSI

VIAGGIARE LOW COST – CAMPING IN TENDA: GUIDA E CONSIGLI

33 pensieri su “7 MODI PER VIAGGIARE…RESTANDO A CASA

  1. Elena ha detto:

    Ottimissimi consigli, Serena, di cui ti ringrazio! In questi giorni, li sto sperimentando un po’ tutti: serie tv e libri in primis, ma anche un po’ di sperimentazioni in cucina e, soprattutto, ieri ho riguardato tutti i fotolibri degli ultimi viaggi: USA occidentale, New York, Svezia, Irlanda, Scozia, e anche quello del matrimonio! 😉
    L’unico che non riesco proprio ancora a fare … è la pianificazione del prossimo viaggio… Sono un po’ sfiduciata… 😦

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Capisco il tuo stato d’animo, penso che accomuni tutti noi…siamo sospesi tra la voglia di tornare a viaggiare il prima possibile e l’incertezza di quando sarà possibile farlo in sicurezza per noi e per gli altri. Che meraviglia i posti che hai elencato, mi sarei persa per ore in fotolibri così belli!

      "Mi piace"

  2. Simone ha detto:

    Sto sperimentando un po’ tutto, dalla lettura, alle serie TV, alle partite a carte e persino a “nome cose città” di infantile memoria. Viaggiare? In questo momento non riesco a farlo neppure con la mente. questo virus, oltre a tutti i danni che sta facendo, mi ha fatto annullare anche un viaggio cui tenevo in maniera particolare con partenza 11 marzo. Anche la spiaggia di Ostia sembra al momento un miraggio.Sob!

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Anche io dovrò rinunciare al viaggio già prenotato per Pasqua, capisco lo scoramento 😔 Anche se ora sembra tutto molto lontano prima o poi torneremo alla normalità, il giorno in cui potrò fare anche una semplice passeggiata in un sentiero dell’entroterra ligure la apprezzerò ancora di più!

      Piace a 1 persona

  3. Silvia - The Food Traveler ha detto:

    Con le ricette non mi ci metto nemmeno perché sono un disastro ai fornelli! Non so se sia un bene o un male, forse tutto sommato è un bene perché adoro mangiare e se fossi brava a cucinare in questi giorni passerei il mio tempo così 😉
    Per il resto, dal mio punto di vista trovo molto bello poter gli articoli di viaggio di altri travel blogger perché è un modo per viaggiare con la mente e per pensare che prima o poi, quando tutto sarà finito, potremo tornare a viaggiare.
    Anche la pianificazione dei viaggi è molto utile perché poi ci tornerà utile!

    "Mi piace"

  4. lisatrevaligie ha detto:

    Magari potessi fare la turista almeno nella mia città! Ci hanno chiuso dentro casa, da due settimane ormai. Esco solo per le esigenze del cane, e con autocertificazione in tasca. Sto facendo infatti tutto il resto di quello che hai elencato nell’articolo. Leggo, guardo serie tv e documentari, mangio. E molto pure!

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Anche a me manca gironzolare per la mia città con la macchina fotografica al collo 😔 L’articolo era in bozza da tempo, mi è sembrato il momento di rispolverarlo visto che la maggior parte delle cose elencate possiamo farle da casa. Apprezzeremo ancora di più una semplice passeggiata quando sarà tutto finito ♥️

      "Mi piace"

  5. ANTONELLA MAIOCCHI ha detto:

    Io ho sempre un libro che sto leggendo (a volte più di uno) e in questo periodo mi sto godendo più che mai la mia passione. Viaggiare con la mente è bellissimo e molti dei miei viaggi sono partiti proprio dalla lettura di un libro come la Patagonia amata e sognata da ragazzina sulle pagine del libro di Chatwin

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Leggere è sempre stata una mia passione, ora che ho tempo a disposizione recupero con piacere i romanzi che mi attendevano da un po’ sul comodino. Io, da buona romantica, ho iniziato sognando l’Inghilterra descritta da Jane Austen 😊

      "Mi piace"

  6. LaZiaRo ha detto:

    Bon, li faccio gia’ tutti e 7. Ne hai un’ottavo per me? 😀 Poi in questo periodo di divieto di movimento ne ho un bisogno ancora maggiore! Per fortuna lavoro ancora, quindi non mi annoio, mal’isolamento sociale e’ pesante. Come sfogo, ho appena comprato 3 libri nuovi, sto ripianificando dei weekend che avevo in programma (e che verranno probabilmente cancellati!) e stasera mi faccio un buon pollo col curry e riso basmati! 😉

    Piace a 1 persona

    • Sognando Viaggi ha detto:

      Lo capisco, è molto difficile concentrarsi su programmi futuri quando tutto è immobile e “congelato”. Ora la priorità è concentrarsi sulla salute nostra e di chi ci sta intorno. Però sognare non costa nulla e può distrarci dai pensieri durante questa emergenza.

      "Mi piace"

  7. Maria Grazia ha detto:

    Tutti ottimi consigli per continuare a viaggiare, soprattutto in questo momento. Personalmente leggo molti libri che mi portano in posti dove sono stata o dove andrò e lo stesso vale per i film. La cosa che amo di più però e studiare nuovi itinerari e immaginarmi già nei luoghi dove presto o tardi andrò.

    Piace a 1 persona

  8. lau93ra ha detto:

    ottimi consigli, io inoltre adoro viaggiare con la mente guardando video su YouTube che raccontano in prima persona esperienze di viaggio personali, mi sembra di riuscire a vedere più “realisticamente” il posto 🙂

    Piace a 1 persona

  9. Sara Alessandrini ha detto:

    Sicuramente sto facendo il pieno di serie tv, sto leggendo diversi libri che avevo lasciato sul comodino e sto cucinando come non mai! Ma soprattutto sto pregando per questo momento così brutto. E’ giusto pensare a cose positive e condividere belle esperienze, sono la prima che dice di farlo, ma in qualche modo se con una preghiera posso fare qualcosa per le persone impegnate in prima linea in questa lotta. Lo faccio! 🙂

    Piace a 1 persona

  10. Agata ha detto:

    Devo dire che sto sperimentando un po’ tutto, lavoro permettendo: tra letture, serie tv, siti di viaggi, cucina si tiene la mente in continuo movimento, sperando di ritornare a viaggiare quanto prima!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...